Seguici    
Accedi
 

INDUISMO: LO YOGA, ESPERIENZA ESTREMA

Mediante la pratica yoga, la volontà riesce a controllare alcune funzioni dell’organismo, come il sistema nervoso autonomo e il sistema endocrino, in modo da abbassare il metabolismo basale, e quindi la quantità di ossigeno richiesta dal corpo. Nella religione induista, alcune pratiche estreme di sottrazione dell’aria respirabile permettono all’individuo di raggiungere uno stato estatico nel quale egli utilizza questa privazione come liberazione dell’anima dalla schiavitù del tempo, dello spazio e della materia.
L’unità audiovisiva mostra due esperimenti effettuati dall’Istituto di ricerche yoga Patanjali e dall’Istituto Panindiano di ricerca medica di Nuova Delhi sul corpo di uno Yogi, monitorato in tutte le sue funzioni vitali mentre gli viene sottratta l’aria, al fine di dimostrare i benefici della pratica yoga sull’organismo, benefici che, attraverso la loro applicazione terapeutica, potrebbero essere utilizzati nella ricerca di cure per malattie neurologiche di tipo degenerativo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo