Seguici    
Accedi
 

Intervista al giornalista e scrittore Roberto Cotroneo

Durante la IV edizione del Festival della Comunicazione di Camogli 2017, Giovanni Paolo Fontana intervista il giornalista e scrittore Roberto Cotroneo, già direttore per anni delle pagine culturali de L'Espresso, ha collaborato per cinque anni con Sette del Corriere della Sera con la rubrica Blowin in the WebNegli ultimi tempi ha affiancato alla scrittura narrativa e saggistica anche il lavoro fotografico. Cinquanta sue fotografie di grande formato scattate nei musei italiani sono state esposte questa primavera nella mostra personale Genius Loci, alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Da quest’ultimo progetto ne è derivato anche un libro (Contrasto, 2017).

Durante il Festival della Comunicazione di Camogli 2017 Roberto Cotroneo ha tenuto l'incontro Connettersi con l’arte
Il rapporto tra pubblico e spazi espositivi è una forma di connessione per certi versi antica e per altri modernissima. Il pubblico dei musei e dell’arte è sempre più numeroso e sempre più interessante. Perché non esclude un rapporto stretto tra fruizione dell’opera d’arte, connessione con il mondo (hanno quasi tutti uno smartphone per le mani) e movimenti negli spazi espositivi. Negli ultimi anni ho potuto studiare con attenzione quello che accade negli spazi espositivi, come le persone si connettono con il mondo e nello stesso tempo con l’esperienza estetica”.

Roberto Cotroneo è inoltre autore della mostra: Fotografando il Festival. Sin dalla prima edizione del Festival di Camogli Roberto Cotroneo ha portato con sé una macchina fotografica, e ha scattato una serie di foto che da un lato volevano documentare quello che accadeva, dall’altro erano degli appunti privati e personali da completare in un secondo momento, su cui riflettere. Le foto nelle varie edizioni sono diventate molte. In un festival di parole e di comunicazione è alle volte l’immagine a diventare risolutiva, a dire molto del clima, dei pensieri, dello svolgersi degli incontri. Sollecitato da Danco Singer e Rosangela Bonsignorio ne ha scelte alcune che verranno esposte per la città. Sono un modo di trasformare il festival della comunicazione in una comunicazione ulteriore, diversa, forse più immediata e persino istintiva. Ma anche un piccolo modo per raccontare questi anni di incontri, persone e amici.

 

Per vedere le altre interviste realizzate da Rai Cultura durante il festival vai allo → Speciale Festival della Comunicazione di Camogli 2017.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo