Seguici    
Accedi
 

Jeanette Winterson: il mio racconto d`inverno

Lo spazio del tempo, il nuovo romanzo di Jeanette Winterson,  è una riscrittura del Racconto d’inverno di Shakespeare: dell’originale mantiene il tema di fondo (la gelosia di un uomo potente nei confronti della propria moglie e le sue devastanti conseguenze ), la ricchezza dei personaggi, le coincidenze che fanno incrociare tra loro i protagonisti in tempi diversi. Nelle ultime pagine del libro entra in scena l’autrice, dichiarando la sua passione per  questo dramma shakespeariano con al centro una trovatella come lei: è sorprendente come Winterson combini l’adesione allo spirito dell’opera con la modernità della vicenda da lei narrata.  Leo è un uomo d’affari londinese che ha tutto quello che si potrebbe desiderare dalla vita: MiMi, una splendida moglie, che aspetta una bambina da lui; Milo, un delizioso figlio; Xeno, un amico del cuore (che da giovane è stato il suo amante); Paulina, una segretaria fedele, e in più un sacco di soldi. Si mette in testa che l’affettuosa amicizia tra MiMi e Xeno nasconda una relazione clandestina e distrugge ogni cosa. Con Lo spazio del tempo Winterson ha inaugurato una collana ispirata ai capolavori shakespeariani che vede tra gli altri autori Margaret Atwood e Anne Tyler.

A Palazzo Castiglioni a Mantova abbiamo incontrato Jeanette Winterson nel corso di Festivaletteratura e con lei abbiamo parlato di quello che ha scoperto riscrivendo Shakespeare , delle difficoltà incontrate, del ruolo del tempo in questa storia e della sua sorprendente modernità.

 

Jeanette Winterson è nata a Manchester nel 1959, è stata adottata da una coppia di pentecostali , ed è cresciuta nella campagna del Lancashire. Dopo gli studi al St. Catherine's College di Oxford, la Winterson si trasferisce a Londra e grazie al successo della sua opera prima Non ci sono solo le arance (1985), inizia a guadagnarsi da vivere come scrittrice professionista, ottenendo uno straordinario seguito dopo l'uscita di Passione (1987), Il sesso delle ciliegie (1989) e Scritto sul corpo (1994). Dal '94 vive tra le colline del Cotswolds, e collabora con le maggiori testate giornalistiche britanniche; insegna inoltre New Writing all'Università di Manchester. Nel 2011 scrive il memoir Perché essere felice quando puoi essere normale?. Nel 2015 sposa la psicanalista e psicoterapeuta Susie Orbach, autrice di Fat is a Feminist Issue. Tra i suoi ultimi romanzi tradotti in italiano: Il cancello del crepuscolo (2014), ambientato in Inghilterra al tempo della Congiura delle polveri, e Lo spazio del tempo (2015), una riscrittura del Racconto d'inverno di William Shakespeare.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo