Seguici    
Accedi
 

La Corte europea dei diritti dell`uomo

Il filmato del 1968 presenta la Corte Europea avvalendosi di preziose immagini di René Cassain, premio Nobel per la pace 1968, il quale, in qualità di presidente della stessa, ne spiega funzionamento e peculiarità. La Corte Europea, istituita nel 1959 dalla Convenzione di Roma per la difesa dei diritti umani, ha lo scopo di garantire i diritti dell’individuo nei confronti di tutti gli Stati firmatari, ed è l’unico organo internazionale che può intervenire tra lo Stato e un suo cittadino. La Corte dei diritti dell’uomo, composta di diciotto giudici provenienti dai Paesi del Consiglio d’Europa, prima di deliberare, ascolta non il singolo cittadino, ma la Commissione europea, che, anche se non approva le tesi del richiedente, ne espone i punti di vista e le istanze chiedendo alla Corte di pronunciarsi in merito. La Svizzera e la Francia, non avendo sottoscritto il trattato, spiegano, mediante un intervento di Daniel Gagnebin, rappresentante del governo di Berna presso il Consiglio d’Europa, e di Jean De Lipkowski, sottosegretario agli affari esteri del governo di Parigi, il perché di tale scelta.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo