Seguici    
Accedi
 

LA FINTA NONNA: FIABA POPOLARE.

Signori bambini si conta e si racconta è il titolo di una collana di fiabe popolari narrate dall’attrice Mara Baronti, sullo sfondo delle scenografie di Emanuele Luzzati. La storia proposta in questa unità, La finta nonna, è una fiaba abruzzese, raccolta per la prima volta da Italo Calvino, che si ispira alla celebre favola di Cappuccetto Rosso.
Rosetta deve andare dalla nonna per farsi prestare un setaccio. Nel cammino incontrerà diversi ostacoli che supererà non solo grazie alla sua furbizia, ma soprattutto grazie alla sua generosità.
Durante il racconto, scorrono in sovrimpressione delle citazioni di Charles Dickens e di Bruno Bettelheim. Lo scrittore confessa: «Cappuccetto Rosso fu il mio primo amore. Sentivo che se avessi potuto sposare Cappuccetto Rosso avrei conosciuto la perfetta felicità». L’illustre psichiatra austriaco sottolinea invece il ruolo, nella fiaba, della nonna, la quale «benché sia il più delle volte la protettrice dell’infinita bontà, può trasformarsi in un`orchessa che minaccia nientemeno che il senso d`identità del bambino…».

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo