Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La nuova maturità secondo il ministro Giannini

 La nuova maturità secondo il ministro Giannini

Il ministro dell’istruzione, Stefania Giannini, in un’intervista a Repubblica.it ha annunciato grandi novità per quanto riguarda la riforma dell’esame di maturità.

Queste le sue dichiarazioni: “Ho una proposta, la metterò a disposizione di sottosegretari e collaboratori. L'esame di maturità deve perdere quell'aspetto da giudizio divino, che tra l'altro lo ha fatto diventare costoso. Deve riprendere un ruolo di appuntamento di sintesi di un anno scolastico, addirittura di un ciclo”.

E aggiunge: “Nella stagione 2015-2016 dovremo tornare ai commissari interni, niente più convocazioni da lontano. E un presidente di garanzia, che non deve arrivare per forza da fuori provincia. Chiuderei l'esperienza della tesina di fine anno, un atto compilativo che è diventato solo un fiore al bavero, una collanina graziosa. Gli studenti dovranno presentare un progetto che riguardi tutto l'anno trascorso: un lavoro più teorico per i licei e un prodotto finito per i tecnici. Ascolteremo i pareri, in questi due mesi, anche su questo argomento”.

Gli studenti, dal canto loro, non sembrano molto entusiasti delle novità annunciate soprattutto per quanto riguarda la tesina di fine anno,  considerata da molti un utile strumento per “rompere il ghiaccio” all’orale.

Tags

Condividi questo articolo