Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

LA PLASTICA: ANNI CINQUANTA E SESSANTA. LEZIONI DI DESIGN

L`unità si apre con un divertente frammento tratto dal film Mon Oncle di Jacques Tati (1958), in cui l`incredulo monsieur Hulot si aggira curiosando in una casa dove tutto è di plastica.
La scheda introduttiva spiega con immagini significative il travolgente fenomeno di costume che rappresentò l`avvento delle materie plastiche per l`industria e la società italiane negli anni `50-`60.
Ospite di Ugo Gregoretti è l`ingegner Giulio Castelli, fondatore della Kartell. In studio sono presentati e illustrati alcuni dei più importanti oggetti di plastica entrati nella storia del design: dallo "spremilimoni" di Gino Colombini del 1958, alla bacinella di moplen famosa per il Carosello di Bramieri, dagli oggetti di uso quotidiano (scolapasta, bidone per i rifiuti), alla lampada "Re Sole" disegnata da Gae Aulenti nel 1968. In una testimonianza, Ernesto Gismondi, industriale e designer, racconta della sua esperienza di ingegnere missilistico poi passato alla produzione di mobili e lampade con il marchio Artemide. Una dettagliata scheda tecnica mostra le fasi della produzione del laminato decorativo. Infine, Claudio Luti della Kartell parla dei nuovi composti plastici che hanno dato un grande impulso alla recente produzione.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo