Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

LA PLASTICA: PROCESSO DI POLIMERIZZAZIONE

Questa serie di unità audiovisive, realizzata da Rai Educational in coproduzione con l’UER (Unione Europea di Radiotelevisione), affronta i grandi argomenti delle scienze fisiche, chimiche, biologiche e matematiche con un linguaggio rigoroso e nello stesso tempo divulgativo.
L’unità si apre con immagini di innumerevoli oggetti di plastica. Ma com’è fatta la plastica? Alla base c’è il petrolio grezzo, che deve subire un processo di trasformazione chiamato cracking (dall’inglese to crack, spezzare), ossia la scissione delle lunghe catene di molecole del petrolio in catene più piccole. Questo processo avviene nelle raffinerie che ci vengono mostrate nel filmato.
Con un esperimento in laboratorio viene mostrato come avviene la scissione di molecole di paraffina liquida in due catene più piccole. Nella paraffina gli atomi di carbonio sono attaccati ad atomi di idrogeno (alcani). Quando avviene la scissione, si formano molecole con un doppio legame carbone/carbone (alcheni). Le molecole con un doppio legame sono le basi delle plastiche note come polimeri. Attraverso le immagini di cubetti di plastica incastrabili, viene spiegato come i monomeri, sostanze a basso peso molecolare, si uniscano a migliaia per produrre i polimeri. Una delle materie plastiche più usate è il polistirene (o polistirolo), polimero dello stirene. Il processo, che a livello industriale avviene in grandi vasche sigillate, è definito polimerizzazione.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo