Seguici    
Accedi
 

La presa di Gorizia

Il 1916 si apre in un clima di grande incertezza. Nessuno dei contendenti sul fronte italiano riesce ad infliggere all'avversario il colpo decisivo, né si riscontra un risultato effettivo sul piano militare. Finalmente l’'8 agosto crolla la difesa austriaca e le truppe italiane liberano Gorizia, la città simbolo, con Trieste, dell’irredentismo e dell’unità nazionale. La presa di Gorizia richiede un notevole tributo di sangue e rappresenta la prima vera vittoria dell’esercito italiano nella Grande Guerra. Questo galvanizza l'opinione pubblica e alza il morale delle truppe guidate dal generale Luigi Cadorna.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo