Seguici    
Accedi
 

L`avvincente storia della prima donna a scalare il Monte Bianco

Una ragazza in cima, scritto da Francesca Brunetti, disegnato da Marianna Coppo e pubblicato da Sinnos, racconta l'avvincente storia della prima donna che a metà del 1800 riuscì nell'impresa di scalare il Monte Bianco: Henriette D'Angeville.

 

Durante il Salone Internazionale del Libro di Torino 2018 abbiamo incontrato l'autrice Franesca Brunetti, che ci ha parlato di questa bellissima storia: a metà dell'800 era impensabile che una donna potesse compiere imprese faticose, complicate o anche solo banali azioni all'epoca riservate ai maschi, e scalare una montagna era considerato decisamente inopportuno per una donna... Per fortuna non la pensava così Henriette D'Angeville, che fin da piccola era appassionata di scalate e sognava di realizzare prima o poi il suo sogno: raggiungere la cima del Monte Bianco. Henriette, soprannominata "la fidanzata del Bianco" fu una scalatrice formidabile per i suoi tempi e sfidando pregiudizi e stereotipi aprì una nuova via nel modo di vivere la montagna e all’alpinismo femminile.

 

Francesca Brunetti è nata a Firenze dove lavora come bibliotecaria. Da più di un decennio si occupa di letteratura per ragazzi collaborando con Liber, con riviste di comunicazione scientifica e scrivendo libri di divulgazione, tra i quali La casa in forma: abitare con l’efficienza energetica (Idest, 2014). Per Sinnos è coautrice degli albi illustrati:Storie dei cieli del mondo (2009) e Come catturare il sole (2015). Nel 2016 ha tradotto un racconto inedito di A.I. Kuprin, L'Elefante, per Topipittori.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo