LE API GUARDIANE

L’ape, trasportando il polline di fiore in fiore, fa in modo che la specie botanica non si fecondi da sola. Inoltre, dal surplus di miele che questo prezioso insetto, succhiando nettare dai fiori, produce per l’inverno, l’uomo ottiene per sé il prelibato alimento. Per questi motivi si dice che l’ape stabilisce con le piante e con l’uomo un rapporto di simbiosi.
Nel filmato proposto dall’unità audiovisiva vediamo alcune api intente all’estrazione del nettare e al suo immagazzinamento nell’arnia, la casetta che l’uomo costruisce per l’estrazione del miele. Questa costituisce una grande ricchezza per l’ape, che vi trova un riparo perfetto. Non tutte le api, però, svolgono lo stesso ruolo nella complessa struttura gerarchica che si stabilisce nell’arnia: le agguerrite api femmine che ronzano ininterrottamente davanti alla loro dimora hanno la funzione di guardiane.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo