Seguici    
Accedi
 

LEONARD BERNSTEIN VI SPIEGA LA MUSICA: GLI INTERVALLI

L’audiovisivo proposto in questa unità è tratto dalle lezioni televisive che il grande direttore e compositore americano Leonard Bernstein (Lawrence, Massachusetts 1918 - New York 1990) e la sua Filarmonica di New York tennero alla Carnegie Hall dal 1956 al 1966. Prodotti dalla CBS, in seguito acquistati e trasmessi dalle più importanti televisioni del mondo, i "Concerti per i giovani" sono passati alla storia per la chiarezza e la facilità di linguaggio con cui Bernstein ha illustrato ai ragazzi concetti e forme musicali.
Bernstein spiega cos`è un "intervallo" musicale. Una nota da sola non rappresenta una musica. La musica comincia a esserci a partire almeno dalla giustapposizione melodica (nel tempo) o armonica (simultanea) di due o più note.
L`"intervallo" è la distanza che intercorre fra due note successive. Gli intervalli possono essere di un`ottava, quando dividono la prima dall`ultima nota della scala, ma anche di seconda, di terza, ecc. Possono essere ascendenti, discendenti (intervalli orizzontali), o simultanei (intervalli verticali).
Bernstein spiega questo concetto utilizzando la famosa canzone dei Beatles Help, costruita con una serie di intervalli di seconda discendenti. La spiegazione prosegue nell`unità dal titolo: "Il concetto di inversione degli intervalli".

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo