Seguici    
Accedi
 

LEZIONI DI RAZZISMO: L`INEGUAGLIANZA DEL SANGUE

L’unità audiovisiva ricostruisce le tappe storiche del pensiero razzista, a partire dall’ideologia dei primi conquistatori spagnoli, in cui comincia ad affiorare il concetto di “purezza del sangue”. La superiorità della razza bianca, il pericolo del meticciato, l’idea che la cultura sia espressione delle qualità innate del popolo che l’ha prodotta, unitamente agli studi di fisiognomica di Lombroso e alla diffusione delle teorie evoluzioniste, definiscono, nell’insieme, quelle teorie e pratiche razziste che troveranno massima espressione nel ventesimo secolo con il nazismo. Il progetto razzista del Mein Kampf di Hitler in nome della purificazione della razza invoca l’eliminazione di portatori di handicap, malati mentali, nomadi e, soprattutto, ebrei, sterminati con la “soluzione finale”. Un caso analogo di razzismo “istituzionalizzato” si ebbe solo in Sud Africa con l’Apartheid, che è stato superato solo con una lunga e sanguinosa lotta.
Tuttavia, anche nelle nostre società più avanzate, la discriminazione razziale, con i suoi meccanismi di rifiuto e di sopraffazione, è un male ancora presente.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo