Seguici    
Accedi
 

LO STATO SOCIALE: DALL`ETÀ MODERNA ALLA NASCITA DEL SINDACATO

Lo stato sociale nel suo sviluppo storico: la nascita del sindacato e del movimento operaio, la crisi della grande fabbrica e del modello fordista nella società complessa.
Nel 1348 una terribile pestilenza si abbatte su Firenze. Un evento drammatico che impone l’obiettivo di regolare l’assistenza ai poveri in strutture sociali sempre più complesse. Nell’età che accompagna lo sviluppo delle esplorazioni geografiche, il commercio intercontinentale, il capitalismo mercantile fino alla rivoluzione industriale l’atteggiamento verso la povertà è destinato a cambiare. L’unità si sofferma su alcuni esempi storici di edilizia sociale. Le immagini mostrano il primo villaggio sociale costruito dalla potente famiglia dei Függer in Germania alla fine del 1400. Seguono alcune sequenze del film “La scena di Napoli (1980), di Marisa Malfatti. Nella città partenopea il sovrano Carlo di Borbone costruisce nel 1700 un enorme fabbricato, da destinare all`ospizio dei poveri, che ricorda L’Hôpital Général di Parigi, altro esempio notevole nella storia dell’architettura. Con l’avvento del capitalismo cambiano i lineamenti del dibattito. Il fenomeno della miseria viene analizzato all’interno dei meccanismi economici e sociali. Nella seconda metà dell’Ottocento viene fondato in Inghilterra dall’ordine metodista l’”Esercito della salvezza”, organizzazione che resto si diffonde in tutta Europa e negli Stati Uniti. “Lo sviluppo dei centri urbani nel XVIII secolo – spiega l’economista Luigi Frey nell’intervista - fa nascere una nuova dimensione della poverta’, che risulta sempre piu’ legata alla mancanza di lavoro”. Autori come Dickens e Rimbaud hanno descritto mirabilmente il dramma dei “senza lavoro”. “La società che aveva nel XVIII e XIX secolo come protagonista la classe dei proprietari e degli imprenditori comincia ad essere fronteggiata da una nuova entità: il movimento operaio. Nasce una mutua obbligazione tra individuo e società. La vita civile e’ fatta oggetto di una responsabilità solidale, nell’ambito di una società che ci tiene a definirsi indissolubile”, commenta lo storico Francesco Paolo Casavola. La protezione sociale comincia, cosi’, alla fine dell’Ottocento ad avere cittadinanza nel diritto. In questa epoca storica si registra la nascita dell’associazionismo cattolico e laico, si diffondono le società operaie di mutuo soccorso, i sindacati e la lotta operaia. Tratta da Il Cammino dell’Europa, programma prodotto da Rai Educational in collaborazione con il ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dedicato ai grandi temi dell’Europa contemporanea.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo