Seguici    
Accedi
 

Lola Shoneyin: Poligamia, il lato oscuro della Nigeria

 

Cosa spinge una donna giovane, intelligente e colta a sposare un uomo poligamo?

Le possibili risposte sono racchiuse nel romanzo di esordio della poetessa nigeriana Lola Shoneyin, che in Prudenti come serpenti racconta la storia di Bolanle e del suo matrimonio con il ricco e grasso Baba Segi, poligamo convinto nella Nigeria dei nostri giorni. Una vicenda che tratta con durezza, pur senza rinunciare a qualche sprazzo di ironia, una realtà ancora drammaticamente attuale per quasi un terzo delle donne nigeriane.

In Prudenti come serpenti, la Shoneyin non si limita a infatti raccontare una storia personale e familiare, ma tratteggia il ritratto di un Paese in bilico fra tradizione e modernità in cui la condizione femminile è ancora oggetto di prevaricazioni culturali e sociali. Le donne nigeriane stentano ancora a trovare un proprio spazio oltre i confini del matrimonio, a causa delle pressioni di una tradizione maschilista che fin troppo spesso si rifiuta di riconoscere loro autonomia, indipendenza e identità.

Lola Shoneyin ci racconta oggi la nascita del romanzo e della sua protagonista, Bolanle, approfondendo il problema della poligamia e le conseguenze – spesso drammatiche – che ha sulle donne e sulle dinamiche relazionali e familiari.
 

Lola Shoneyin è nata nel 1974 a Ibadan, in Nigeria. Poetessa e scrittrice, ha studiato nel Regno Unito ed è tornata nel proprio Paese per specializzarsi in letteratura inglese, prendendo successivamente parte al Writing Program della University of Iowa, negli USA . Attualmente vive ad Abuja con il marito e quattro figli e insegna letteratura inglese e teatro.
Numerosi suoi racconti e poesie sono apparsi all'interno di riviste e raccolte.
Prudenti come serpenti, suo romanzo di esordio, è stato inserito nel nella longlist dell'Orange Prize for Fiction.  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo