Seguici    
Accedi
 

Louis Althusser: l`approdo al comunismo

Nel filmato, tratto dall’Enciclopedia multimediale delle scienze filosofiche, il filosofo Louis Althusser (Birmandreis, Algeria 1918 – 1990), in un’intervista realizzata nel 1980, ricostruisce le tappe salienti della sua biografia, del proprio percorso intellettuale e dell’adesione al comunismo.
Althusser indica nel filosofo cattolico Jean Guitton, amico di papa Giovanni XXIII, una delle persone che hanno più influito sulla sua formazione, ravvisando, inoltre, una fondamentale continuità tra l’iniziale impostazione cristiana ed il successivo approdo al comunismo: un percorso motivato dalla convinzione di trovare nel partito comunista strumenti più adeguati alla realizzazione della fraternità universale. Al precetto evangelico che comanda l’amore verso il prossimo, egli dichiara di preferire la regola del rispetto per l’altro. Nella propria scelta ideologica, Althusser riconosce, inoltre, la fondamentale l’influenza della moglie, rilevando, in proposito, come le donne non siano consapevoli delle enormi potenzialità che posseggono in politica.
Riguardo al suo metodo di lavoro, il filosofo francese sostiene che la cosa più importante da fare sia cambiare il modo di pensare, condizione necessaria per poter modificare il modo di agire e, pertanto, la realtà delle cose.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo