Seguici    
Accedi
 

Maggie O`Farrell: fuggire da sé

Quello tra Daniel e Claudette è un amore avventuroso e ricco di insidie: all'inizio la squilibrata della coppia sembra lei (ex attrice premio Oscar, sceneggiatrice e regista che di punto in bianco ha fatto perdere le proprie tracce, e si è rifugiata in un posto sperduto in Irlanda con il figlio piccolo), poi si scopre che lui, insegnante di linguistica con la passione per l'evoluzione delle lingue, ha un buco nero nel proprio passato, la morte di una fidanzata di cui si è sempre sentito colpevole. Maggie O'Farrell in Il tuo posto è qui (traduzione di Stefania De Franco, Guanda) racconta la storia della famiglia che i due, reduci da unioni disastrose, riescono a mettere insieme; della terribile crisi che attraversano; dei vari destini dei loro figli.

Maggie O’Farrell era a Mantova per Festivaletteratura. In questa occasione l’abbiamo intervistata.

 

Maggie O’Farrell è nata nel 1972 in Ulster e cresciuta in Galles e Scozia. È stata cameriera, corriere in bicicletta, insegnante di scrittura, art administrator e giornalista a Hong Kong per l'"Independent on Sunday". Nel 2000 esordisce con il romanzo After you'd gone. Da allora ha scritto altri sei romanzi e vinto un Somerset Maugham Award, un Costa Novel Award e altri premi letterari. Le sue opere, da La mano che teneva la mia a Il tuo posto è qui, sono popolate di personaggi che attraversano momenti sconvolgenti. Sposata con lo scrittore William Sutcliffe, vive a Edimburgo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo