Seguici    
Accedi
 

Marco Ferrante: la collezione di scarpe sportive

A dominare il romanzo di Marco Ferrante, Gin tonic a occhi chiusi, pubblicato da Giunti, è Elsa Misano, una madre ingombrante, dispotica, snob, sempre pronta a mettere in competizione i figli tra loro e con una spiccata predilezione per il minore dei tre. Ambientato nell’alta borghesia romana (i tre fratelli sono uno fiscalista, uno deputato e uno giornalista) il libro di Ferrante racconta le giornate di una varia umanità si tiene impegnata orchestrando intrallazzi, scambiando pettegolezzi, entrando e uscendo dall’adulterio. Ad una materia gelida, Ferrante sovrappone un narratore beffardo, che registra con qualche omissione i movimenti dei Misiano e di chi gravita intorno a questo famiglia. Lo specchio di una Roma fin troppo credibile.

 

Con Marco Ferrante abbiamo parlato del punto di partenza del romanzo (le scarpe sportive), dei suoi temi e del suo narratore.

 

Marco Ferrante è nato a Martina Franca il 29 dicembre 1964. Ha lavorato per otto anni al TG 5. Dal 2004 al 2008 è stato responsabile dell'area economia a Il Foglio. Dal 2008 al 2010 è stato vice-direttore de Il Riformista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, Il Messaggero, Panorama, Vanity Fair, Io Donna, Corriere Economia. Ha scritto e condotto "Icone" su Rai 5. Ha collaborato a Matrix, su Canale 5. Nel 2009 è stato uno dei conduttori di Tabloid, su Radiotre, la rassegna stampa delle pagine interne dei quotidiani. Dal 2015 è vicedirettore di LA7 Ha scritto: Mai alle quattro e mezzo, 1998; Casa Agnelli, Mondadori; Marchionne, Mondadori e Gin Tonic a occhi chiusi, 2016.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo