Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Margherita Hack e Federico Taddia: Nove vite come i gatti

Novant’anni vissuti straordinariamente: sono quelli che Margherita Hack ripercorre insieme a Federico Taddia nel libro-intervista Nove vite come i gatti. Non una convenzionale autobiografia, ma una raccolta di memorie e ricordi condotta sul filo dell’ironia per tracciare il bilancio di un’esistenza “laica e ribelle”, in cui la passione per la conoscenza e la ricerca si è sempre accompagnata all’impegno civile e a un’incrollabile vitalità sia fisica che intellettuale.

Margherita Hack – astrofisica, scienziata, divulgatrice – ha attraversato quasi un secolo di storia, sostenuta da un’inesauribile desiderio di conoscenza che l’ha portata ad esplorare i territori dell’ignoto senza mai perdere il contatto con la realtà. Un approccio che l’ha resa forte anche di fronte agli ostacoli e alle difficoltà che hanno segnato la sua vita: la guerra, vissuta a cavallo fra infanzia e adolescenza, i primi passi nell’ambiente universitario e scientifico, i pregiudizi e gli ostacoli malgrado i quali è riuscita ad affermarsi, passo dopo passo, mettendo al servizio del prossimo la propria preparazione e le proprie caratteristiche professionali ed umane.  

In Nove vite come i gatti Margherita Hack apre il cassetto dei propri ricordi alla penna di Federico Taddia, affidandogli il compito di dar voce alla propria memoria senza tradirne l’acume e lo spirito impertinente che ha contribuito a renderla una figura femminile straordinariamente autonoma e indipendente.
A parlarne a Rai Letteratura è oggi proprio Taddia, che racconta ai nostri lettori l’incontro con la Professoressa Hack e l’avventura di questo appassionante libro-intervista.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo