Seguici    
Accedi
 

Mario Carparelli: l`influenza di Giulio Cesare Vanini sul pensiero di Arthur Schopenhauer

Mario Carparelli, Vicepresidente del Centro Internazionali di Studi Vaniniani (CISV), intervistato a Napoli, presso l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, in occasione delle celebrazioni del 399esimo anniversario del rogo di Tolosa in cui trovò la morte Giulio Cesare Vanini (Taurisano, Lecce, 1585 - Tolosa 1619) accusato di empietà dall'Inquisizione, parla della grande considerazione che il filosofo tedesco Arthur Shopenhauer aveva di Giulio Cesare Vanini, che definiva "acuto e geniale" e che considerava uno dei suoi predecessori. 

Shopenhauer fu anche il primo a capire il meccanismo dei contesti protettivi usato da Giulio Cesare Vanini per nascondere il suo pensiero alla censura ecclesiastica. 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo