Seguici    
Accedi
 

Massimo Nunzi: Giocajazz, capire la musica facendola

GiocaJazz è il modo interattivo ideato da Massimo Nunzi per avvicinare i bambini al mondo della musica, per far nascere in loro, con la leggerezza del jazz, una passione duratura e aumentare l’autostima.

“Manca completamente nel mondo dell’insegnamento un coinvolgimento dell’intelligenza emotiva, il jazz è una musica dell’anima, è importante far sentire ai bambini l’impatto degli strumenti.” In questa intervista Massimo Nunzi ci spiega com’è nato Giocajazz, quali sono le sue tecniche di coinvolgimento di bambini e ragazzi, e ci racconta gli spettacoli fatti con le sue due band.

 

Massimo Nunzi nasce a Roma. Suona come trombettista e arrangiatore per e con, Chet Baker, Dizzy Gillespie, Umberto Bindi, Domenico Modugno, Dave Liebman, Don Cherry, Daniele Luttazzi, Corrado Guzzanti, Enrico Rava, Civica Jazz Orchestra, Gianluigi Trovesi, Gianluca Petrella, Toshiko Akiyoshi, Enrico Intra, Lester Bowie, Orchestra della Rai Radiotelevisione Italiana, John Cage, Tino Sehgal.

Comincia a scrivere per orchestra nel 1987 dirigendo l’Orchestra della Rai e poi fonda Trombe Rosse, in cui hanno suonato molti maestri del Jazz, da Lester Bowie a Don Moye, Javier Girotto, Horacio Hernandez. Ha realizzato spettacoli teatrali, balletti, ha composto per il cinema. Ha scritto un libro sulla storia del Jazz per Laterza e ha realizzato una serie in 12 dvd “I Grandi del Jazz”, per “Repubblica/Espresso”. È Direttore Artistico del Festival Capalbio Libri dal 2009.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo