Seguici    
Accedi
 

Maturità. Cosa cambia nel 2019

 Maturità. Cosa cambia nel 2019

Il prossimo 20 giugno, con la prova scritta di Italiano, oltre 500 mila studenti delle scuole superiori affronteranno l’ultimo esame di maturità come era stato concepito, nel 1999, dalla riforma Berlinguer e con le modifiche apportate, nel 2006, dal ministro Giuseppe Fioroni. Dal prossimo anno, infatti, diventerà completamente operativa la prova di stato con le novità previste dalla “Buona scuola”.

Cosa cambierà più nel dettaglio? La maturità 2019 prevede due prove scritte, sarà abolita infatti la terza prova scritta, quella multidisciplinare. L’orale dovrà soprattutto accertare, come indica il Ministero della Pubblica Istruzione, “il conseguimento delle competenze raggiunte, la capacità argomentativa e critica del candidato, l’esposizione delle attività svolte in alternanza”.

In primo piano dunque l’esperienza di alternanza scuola-lavoro che diventerà requisito necessario per l’accesso all’esame. A questo proposito, il Miur informa che, a partire da questo anno scolastico 2017/2018, in cui l’alternanza è entrata a regime completo, è stata resa disponibile una piattaforma per gestirla al meglio (www.alternanza.miur.gov.it) con tutte le informazioni utili per un orientamento consapevole.

Cambiano anche i criteri di ammissione all’esame: sarà sufficiente la media del sei, considerando anche il voto in condotta ma diventa obbligatoria la partecipazione alle prove Invalsi, il cui voto però non influirà sulla media. E, a proposito di votazioni, il giudizio finale resterà espresso in centesimi ma conteranno di più i crediti scolastici che gli studenti avranno accumulato durante gli ultimi tre anni di superiori: passano infatti dai 25 attuali a 40. Nuovi anche i punteggi da assegnare a ciascuna prova: massimo 20 punti sia per la prima che per la seconda prova e 20 punti anche per il colloquio.

Per le commissioni di esame nessuna novità: restano composte da tre commissari esterni, tre interni e un presidente esterno.

Tags

Condividi questo articolo