Seguici    
Accedi
 

MECCANICA QUANTISTICA: LA NASCITA. STORIA DELLA SCIENZA

Le unità audiovisive dal titolo comune Storia della scienza, tratte dal progetto di Rai Educational Pulsar, propongono il racconto, in ordine cronologico, delle radicali trasformazioni introdotte dalla scienza e dalla tecnologia nel corso del Novecento. Lo scopo è quello di fornire agli insegnanti un supporto didattico che, oltre a sintetizzare i concetti basilari, ponga l`accento su un aspetto spesso trascurato dai libri di testo: la dimensione storica e culturale che ha favorito il progresso scientifico.
Il filmato proposto descrive l’ambiente della scuola di fisica di Copenhagen, fondata da Bohr nel 1920. Dopo un iniziale ricordo del fisico Heisenberg sul suo maestro Bohr, l`unità ricostruisce le biografie di Ernest Rutherford, Niels Bohr, Werner Heisenberg e Wolfgang Pauli.
In un`intervista, Enrico Bellone, professore di storia della scienza presso l’Università di Padova, ricorda come Max Bohr collega le relazioni scoperte da Heisenberg all’interno della “meccanica della matrice”. A Heisenberg si oppone Schrödinger, sostenitore della “meccanica quantistica ondulatoria”. Bellone, in un successivo intervento, sottolinea che le tesi di Heisenberg e Schrödinger sono due linguaggi differenti che si applicano allo stesso mondo di fenomeni. Segue un accenno all’interpretazione probabilistica della meccanica quantistica da parte di Max Bohr. Nel 1927 Heisenberg enuncia il principio di indeterminazione e Bohr formula il principio di complementarità. Nello stesso anno ha inizio il dibattito tra Bohr e Einstein.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo