Seguici    
Accedi
 

Nadia Pastrone: la fisica oggi è una scienza collettiva

Dietro ai due premi Nobel del 2013 per la scoperta del Bosone di Higgs ci sono i seimila fisici, di cui seicento italiani, che per circa trent'anni hanno costruito LHC, il grandissimo acceleratore di particelle del Cern e hanno lavorato ad Atlas e CMS due esperimenti alti come palazzi di 4-5 piani. Ci parla di loro Nadia Pastrone, dirigente di ricerca presso l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) di Torino,intervistata al Festival della Filosofia di Modena 2017 “Le forme del creare”.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo