Seguici    
Accedi
 

Nautilus Speciale Maturità - 5° puntata Gli Orali

5° PUNTATA– GLI ORALI

Nautilus, nella sua versione Speciale Maturità, ci porta alla scoperta della fase conclusiva degli Esami di Stato: la prova ORALE. Ad analizzare le difficoltà della prova e a valorizzarne le peculiarità ci sono in studio il professore Maurizio Ferraris, docente di filosofia ed esperto di retorica, e Anna Li Vigni scrittrice e docente in una scuola superiore.

Comprendiamo da subito che la lingua e il linguaggio sono due elementi che molto spesso non combaciano: il parlare un italiano perfetto “non è in sé un segno di maturità”, ma al contempo “un segno di immaturità è non dominare bene la propria lingua” come sostiene il Professore.

Anna Li Vigni, riportando la sua esperienza diretta di insegnante di lettere, dice che “l’acquisizione dell’italiano è un percorso lento”, ma uno dei consigli da non dimenticare per arricchire la propria lingua è “non separarsi mai dal dizionario”. I ragazzi in studio che hanno sostenuto la Maturità lo scorso anno raccontano la loro esperienza e parlano degli errori commessi durante la prova. L’importante è evitare “la scena muta”; la professoressa Li Vigni consiglia, in sede d’esame, di ammettere di non conoscere la risposta, dice che è meglio “dire che non si sa e passare avanti”. La scheda tecnica Istruzioni per l’uso della puntata di oggi è proprio dedicata a come aggirare questo problema. Il linguaggio tecnico, le forme dialettali, le “domande tendenziose”, la cadenza linguistica… Che peso hanno durante una seduta d’esame? I nostri esperti ci danno una chiara idea di cosa può essere tollerato, cosa invece sarebbe meglio evitare alla prova orale, ma non solo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo