Seguici    
Accedi
 

Olimpiadi di Filosofia, la finale internazionale il 16,17, 18 e 19 maggio a Roma

scarica il pdf dell'articolo scarica il pdf

Le Olimpiadi di Filosofia 2019 sono giunte alla XXVII ediizione con la finalità di approfondire contenuti filosofici, adottare nuove metodologie didattiche e strumenti informatici nell’insegnamento/apprendimento della filosofia; confrontarsi con l’insegnamento/apprendimento della filosofia nella realtà scolastica europea ed extraeuropea, vista la partecipazione dell’Italia alle International Philosophy Olympiads (IPO); raccordare scuola, università, enti di ricerca in un rapporto di proficuo scambio di risorse intellettuali e culturali per diffondere, promuovere e valorizzare il pensiero critico e la capacità argomentativa nella formazione dei futuri cittadini.

Si tratta di gare individuali, articolate in due Sezioni:
-SEZIONE A IN LINGUA ITALIANA con tre fasi (Istituto, Regionale e Nazionale);
-SEZIONE B IN LINGUA STRANIERA (inglese, francese, tedesco o spagnolo) con quattro fasi (Istituto, Regionale, Nazionale, Internazionale).

La gara consiste nell'elaborazione di un saggio filosofico, scritto in lingua italiana (Sezione A) o in lingua straniera (Sezione B). Gli studenti scelgono di partecipare alla Sezione A o alla Sezione B a partire dalla fase d’Istituto.
Le due Sezioni seguono percorsi paralleli e danno luogo a due diverse graduatorie di merito.

La gara finale della Sezione B si è svolta a Roma il 14 maggio 2019: protagonisti i campioni regionali e i campioni delle scuole e sezioni italiane all’estero, che si sono cimentati nella prova in lingua straniera. Dalla selezione operata dalla Commissione nazionale di valutazione, sono stati individuati dieci studenti che rappresenteranno la delegazione italiana alle 27th International Philosophy Olympiads che si stanno svolgendo a Roma il 16, 17, 18 e 19 maggio 2019.

Il 15 maggio 2019, sempre a Roma, alla presenza di rappresentanti del MIUR e delle istituzioni coinvolte, la cerimonia di premiazione dei vincitori. Sono stati consegnati riconoscimenti ai primi tre classificati della Sezione A in lingua italiana e i primi tre classificati della Sezione B in lingua straniera.

Gli studenti premiati nell’edizione italiana (15 maggio):

Sezione A – Saggio in Lingua italiana

I classificato, Ambito etico: Daniele Ceccarani, Liceo classico “Annibale Mariotti”, Perugia. 5° anno.

II classificato, Ambito gnoseologico: Riccardo Schima, IIS “Leonardo da Vinci”, Civitanova Marche (MC). 4° anno.

III classificato, Ambito etico: Esmeralda Moretti, IIS “Eliano-Luzzatti”, Palestrina (RM). 5° anno.

Sezione B – Saggio in Lingua straniera, finalisti IPO

I classificato, Ambito teoretico: Marina Passeri, Liceo classico “G.B. Vico”, Chieti. 5° anno.

II classificato, Ambito etico: Massimo Bertolotti, Liceo scientifico “Melchiorre Gioia”, Piacenza. 5° anno.

III classificato, Ambito teoretico: Agnese Galeazzi, Liceo scientifico “Guglielmo Marconi”, Pesaro. 5° anno.

IV classificato, Ambito gnoseologico: Silvia Parmigiani, IIS “Paradisi”, Vignola (MO). 5° anno.

V classificato, Ambito etico: Arianna Magagna, Liceo classico “Cles”, Cles (TN). 5° anno.

VI classificato, Ambito teoretico: Giulia Franchi, Liceo scientifico “Michelangelo Grigoletti”, Pordenone. 5° anno.

VII classificato, Ambito gnoseologico: Gianluca Corazzolla, Liceo “Bertrand Russell”, Cles (TN). 5° anno.

VIII classificato, Ambito teoretico: Lorenzo Luccioli, Liceo classico “Frezzi”, Foligno (PG). 5° anno.

IX classificato, Ambito teoretico: Melania El Khyat, ISS “Raffaele Casimiri”, Gualdo Tadino (PG). 5° anno.

X classificato, Ambito estetico: Matilde Fossali, Liceo “Giuseppe Berto”, Mogliano Veneto (TV). 5° anno.

Promosse dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione del MIUR, con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la Società Filosofica Italiana, la Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, la Fédération Internationale des Sociétés de Philosophie, Rai Cultura, l'Università degli Studi Roma Tre, l'Associazione di promozione sociale Philolympia.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo