Seguici    
Accedi
 

Olimpiadi di Italiano: al via la sfida finale

 Olimpiadi di Italiano: al via la sfida finale

La sesta edizione delle Olimpiadi di italiano 2015-2016, organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione, è giunta all’ultima tappa.

L’incontro ha come obiettivo quello di coinvolgere gli studenti nello studio e in un approfondimento sempre maggiore della conoscenza della lingua italiana.
La partecipazione a questa sesta edizione ha fatto registrare un record assoluto:
gli studenti che hanno preso parte alle selezioni sono stati oltre 43mila, circa il doppio rispetto all’edizione precedente, per un totale di 851 scuole partecipanti.

Le Olimpiadi sono rivolte a tutti gli alunni degli istituti secondari di secondo grado (statali e paritari) e consistono in gare individuali di conoscenza e padronanza della lingua italiana. Gli studenti sono raggruppati in quattro le categorie: Junior, Senior, Junior-E (esteri) e Senior-E (esteri), in base al livello scolastico dei partecipanti e al contesto d’uso della lingua italiana.

La regione con il maggior numero di istituti iscritti è stata la Campania con 100 scuole, seguita dalla Lombardia con 94. La la Puglia ha invece registrato il numero più alto di studenti partecipanti, 5.205, mentre le Marche vantano il primato del maggior numero di alunni iscritti per scuola, 68.
La manifestazione si è svolta con prove conformi alle norme che regolamentano l’accessibilità per i disabili ed ha visto la partecipazione anche degli alunni delle scuole italiane all’estero.

Le prove svolte, elaborate da un gruppo di lavoro individuato dal Miur con la collaborazione dell’Accademia della Crusca, dell’ASLI (Associazione per la Storia della Lingua italiana) e dell’ADI (Associazione degli Italianisti) sono state:

esercizi di ortografia, punteggiatura, morfologia, sintassi, trasformazione del discorso diretto in indiretto (attraverso la riproposizione di testi tratti da grandi autori della letteratura italiana), esercizi sul lessico (dalla definizione di parole rare, alle combinazioni lessicali inadeguate, al ritrovamento di sinonimi di parole inconsuete, fino all'uso figurato delle parole).

Ora tutto è pronto per la gara finale che si svolgerà a Firenze dal 17 al 19 marzo, nella sede di Palazzo Vecchio, nell’ambito delle “Giornate della lingua”, un’iniziativa organizzata dal Ministero dell’Istruzione per celebrare gli anniversari della lingua e della letteratura italiana e per approfondire temi di particolare attualità e che annuncia nel programma anche incontri, tavole rotonde, spettacoli teatrali, lezioni magistrali, visite culturali.

Alla prova finale parteciperanno gli studenti vincitori delle varie fasi di selezione, che vanno da quella di istituto a quella provinciale fino a quella regionale. Per la prova finale sono previsti anche esercizi di comprensione testuale: riassunto, composizione di un testo informativo/funzionale, composizione di un testo creativo.

Le Olimpiadi di Italiano sono promosse dal Miur in collaborazione con il Comune di Firenze, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci), gli Uffici Scolastici Regionali, l’Accademia della Crusca, l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana (Asli), l’Associazione degli Italianisti (Adi), Rai Radio3, Rai Cultura, Premio Campiello Giovani.

Sulla pagina ufficiale della manifestazione all’indirizzo:
www.olimpiadi-italiano.it/index.php
il programma completo delle prove e degli incontri e i nomi e i volti di tutti gli 83 giovani finalisti.

Per seguire la diretta dell'inaugurazione:
http://www.olimpiadi-italiano.it/streaming/

Tags

Condividi questo articolo