Seguici    
Accedi
 

Bettetini, Casetti e Grasso su Orson Welles

 Da “Studio cinema” (Rai due, tre edizioni successive a partire dal 1978). In studio, i critici Gianfranco Bettetini, Francesco Casetti e Aldo Grasso, commentano alcuni dei film più significativi della storia del cinema.
Questa a trama di “Citizen Kane” (“Quarto potere”) di Orson Welles, del 1941: alla morte del magnate della stampa Charles Foster Kane (interpretato dallo stesso Welles), un giornalista viene incaricato di indagare sul significato dell’ultima parola da lui pronunciata: “rosebud” (bocciolo). Per farlo, incontrerà le persone che gli furono più vicine. Attraverso i loro racconti scoprirà le diverse facce di Kane, ma non risolverà il mistero di “rosebud”.
I critici parlano dell’importanza capitale di questa pellicola nella storia del cinema, per la perfetta struttura narrativa, tutta a incastri, con ben sei flashback che raccontano lo stesso episodio da angolatura diverse, e per l’innovazione tecnica. Orson Welles viene descritto come regista per eccellenza. Vengono quindi analizzate, con l’aiuto della moviola, alcune delle sequenze principali.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo