Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Paco Ignacio Taibo II: i giocatori di domino

Nell’Ombra dell’ombra, tradotto da Maria Pia Ferrari (La Nuova Frontiera), Paco Ignacio Taibo II mette in scena quattro amici: Pioquinto Monterola, giornalista di cronaca nera; Fermin Valencia, poeta per vocazione e pubblicitario di mestiere; Tomas Wong, cinese sindacalista-falegname e Alberto Verdugo, avvocato di prostitute e diseredati. I quattro si vedono tutte le sere in un bar di Città del Messico per giocare a domino ma la loro pace viene interrotta da una catena di omicidi plateali. Un libro che racconta il dopo rivoluzione messicana, mescolando giallo, umorismo e narrazione storica nel modo in cui solo Paco Ignacio Taibo II sa fare.

Abbiamo incontrato Paco Ignacio Taibo II al Salone del libro di Torino e il suo editore Lorenzo Ribaldi ci ha fatto da interprete.

 

 

Paco Ignacio Taibo II è nato a Gijon, in Spagna, nel 1949 ma a nove anni si è traferito in Messico. Sopravvissuto a tre corsi di laurea (Storia, Lettere, Sociologia), è stato un militante del movimento studentesco del ’68, quadro sindacale, giornalista, professore di storia e letteratura in diverse università messicane e, soprattutto, il fondatore di un nuovo genere di romanzo giallo in America Latina. I suoi libri sono stati tradotti in 29 lingue. Tra le sue opere più conosciute la biografia di Ernesto Guevara Senza perdere la tenerezza (Il Saggiatore).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo