Seguici    
Accedi
 

PAOLO FABBRI: I GIOVANI. LINGUAGGI IN COSTRUZIONE

Una scheda filmata, sulla scorta di immagini di concerti e discoteche, introduce l`argomento: cosa comunicano, oggi, i linguaggi del mondo giovanile? Un diverso rapporto del corpo con la tecnica, anzitutto, espresso nel cyberpunk come in galatei nuovi o in abbigliamenti neoartificiali. E, nei locali di ritrovo, droga e New Age si contaminano, schiudendo orizzonti imprevedibili.
Nello studio della trasmissione Il Grillo (ed. 1998), il semiologo Paolo Fabbri (Rimini, 1939) dialoga con gli allievi del liceo bolognese Galvani. Tra gli interrogativi: i giovani vanno studiati come un gruppo sociale o come individui? Il rapporto tra moda e classi sociali in che modo è cambiato dagli anni Cinquanta ad oggi? Se la Tv e la radio ci hanno massificato, Internet ci restituirà un certo grado di soggettività? Perché il piercing e i tatuaggi ripropongono la corporeità in modo così drammatico?

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo