Seguici    
Accedi
 

PERCHE STUDIARE LA FISICA?

Lo studio della fisica può diventare una sfida intellettuale appassionante e divertente, uno studio che sviluppa l’attitudine verso l’originalità e insegna a risolvere problemi per i quali non esistono soluzioni predeterminate. Perché allora i giovani disertano le facoltà scientifiche? Gli esperti presenti in studio, nel corso del dibattito moderato da Luciano Onder, rispondono a questo interrogativo, partendo proprio dal grande bisogno di fisici che oggi si registra in tutti i campi della ricerca. La fisica infatti pervade ogni ambito della nostra vita attuale, a partire dalla tecnologia. Lo stesso Web, come ormai quasi tutti sanno, è nato nel 1989 nell’ambito del Cern di Ginevra, dalla volontà di alcuni fisici di rispondere ad una esigenza di condivisione dell’informazione scientifica in formato elettronico. La riforma universitaria inaugurata nel 2001 nasce proprio dal tentativo di avere un percorso più flessibile e di ottimizzare la transizione dal mondo scolastico a quello universitario, riducendo il preoccupante fenomeno dell’abbandono. A tale riguardo vengono considerate anche interessanti differenze di genere: se è vero che il numero di ragazze che si iscrivono alle facoltà scientifiche è di gran lunga inferiore a quello dei ragazzi, è anche vero che sono proprio le ragazze a registrare un rendimento migliore e ad arrivare più facilmente alla laurea. Le doti fondamentali per chi vuole fare fisica sono l’attitudine ad esplorare e la capacità di astrazione. Al dibattito in studio, moderato da Luciano Onder, partecipano: Piero Benvenuti (Presidente INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica), Enrico Predazzi (Preside della Facoltà di Fisica dell’Università di Torino), Nicola Vittorio (Preside della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università Tor Vergata di Roma), Roberto Petronzio (Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare). L’unità didattica è tratta da una puntata di Explora – La TV delle Scienze, una produzione Rai Educational realizzata nell_%_ambito della convenzione stipulata negli anni 2003-2006 tra il Ministero dell_%_Istruzione, dell_%_Università e della Ricerca e la Rai Radiotelevisione italiana.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo