Seguici    
Accedi
 

Piante e inquinamento

Studi e ricerche mostrano che il rapporto tra piante ed inquinamento è in rapida evoluzione. Gli agenti inquinanti sono infatti sempre più numerosi e complessi, ma gli organismi vegetali si dimostrano preziosi strumenti per il monitoraggio e la bonifica dell’ambiente. Nel corso della puntata, Luciano Onder ne discuterà con gli ospiti in studio.

Per “Magazine” intervista al prof. Paolo Gaudenzi, docente presso la scuola di ingegneria aerospaziale all’Università La Sapienza di Roma, sull’Agrospazio, un nuovo settore di studi che lega la ricerca spaziale con l’impresa agroalimentare mentre Giorgio Rivieccio, direttore mensile “Newton”, ci parlerà della decisione presa dalla Svezia di accelerare il passaggio dall'era del petrolio a quella dei combustibili rinnovabili, e della creazione di un'apposita commissione governativa con l’obiettivo di rendere il paese completamente indipendente dal petrolio entro il 2020.
Per “Il mondo degli animali” “Cobra reale”. La giungla Indiana ospita il più temuto fra i serpenti, il cobra reale. Si nutre solo di rettili, e può raggiungere una lunghezza di oltre quattro metri. E’ il serpente velenoso più grande del mondo. Ma c’è un momento in cui la sua vita è in pericolo: quello della muta.
Per “Il nostro pianeta” “Il rame di Cipro”. L’isola di Cipro, nel mar Egeo, è ricca di rame. Le sue miniere sono state sfruttate sin dall’antichità: già i fenici, infatti, attingevano a questi giacimenti e i romani importavano da qui quasi tutto il rame di cui avevano bisogno.
Per “Viaggio sul pianeta Terra” “Il fiume Olifants”. Il fiume Olifants, nella parte meridionale del Sud Africa, nasce tra le Cedarberg Mountains e sfocia nell’Oceano Atlantico. Lungo il suo corso si trovano piccole oasi riccche di affascinanti creature rare. Ma negli ultimi 140 Km del suo percorso l’uomo ha modificato la flora e la fauna del luogo: non ci sono più specie endemiche ma quelle portate dall’uomo.
Per “Primo piano” “Carlo Bernardini”. Luciano Onder intervista Carlo Bernardini, direttore della rivista “Sapere”, divulgatore scientifico, ex professore di Metodi matematici per la fisica all’Università La Sapienza di Roma, sulle sue esperienze di ricercatore, sulla condizione della figura del ricercatore, oggi, nel nostro paese e sull’importanza di una corretta divulgazione scientifica.
Per “Mondo” andrà in onda “Popolo in cammino”. La storia dell’Africa è una storia di grande migrazione. I cambiamenti climatici hanno spinto da sempre le popolazioni, a continui spostamenti, all’interno del continente. Neppure i confini politici hanno cambiato la predisposizione secolare alla mobilità coatta. La mancanza di continuità temporale dei vari gruppi etnici, dovuta a conflitti ed emergenze ambientali, quali la siccità e le malattie, hanno favorito la fuga in massa verso la città. Ma l’urbanizzazione presenta ulteriori e ben più gravi problematiche di sussistenza all’interno della società africana.
La “Pillola” di Explora Web di questa settimana è dedicata ai “Minerali”.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo