Seguici    
Accedi
 

Popolazioni dell`Alto Nilo: l`antropologia di Edward Evans-Pritchard

Il filmato propone una riflessione sulle tappe più significative della biografia intellettuale di Edward Evans-Pritchard, mediante il supporto di un ampio repertorio fotografico sull`antropologo e la testimonianza, in forma di intervista, della professoressa Mary Douglas della Northwestern University.

L`antropologia di Evans-Pritchard, in forma di lavoro sul campo, si rivolge, in massima parte, allo "studio intensivo" di due popolazioni africane dell`Alto Nilo : gli Azande e i Nuer.

L`immagine del frontespizio di "Witchcraft, oracle and magic among the Azande" (1937) introduce l`argomento della stregoneria presso gli Azande, un tema rivoluzionario per l`epoca, in quanto Evans-Pritchard fu "il primo a trattare la metafisica popolare africana con la stessa serietà della filosofia e della religione occidentale" ( M. Douglas).

La voce fuori campo descrive gli usi e i costumi dei Nuer, sottolineando come essi considerassero il bestiame il loro bene più prezioso. A questo popolo Evans-Pritchard dedicò i seguenti libri: "I nuer ", " Parentela e matrimonio fra i nuer", "La religione nuer". Il documentario passa poi a trattare dell`attività di Evans-Pritchard in Cirenaica, durante la Seconda Guerra mondiale. Insignito del titolo di cavaliere e convertitosi al Cristianesimo, Edward Evans-Pritchard muore nel 1973.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo