Seguici    
Accedi
 

Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador. 11° Bando di Concorso

 Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador. 11° Bando di Concorso

 

Undicesima edizione del Premio Internazionale perla Sceneggiatura Mattador, dedicato alla memoria dell'artista e sceneggiatore Matteo Caenazzo, stroncato dalla leucemia a ventidue anni nel giugno del 2009.  

Ideato e promosso dall’Associazione Culturale MATTADOR, il Premio è rivolto a giovani autori italiani e stranieri di età compresa tra i 16 e i 30 anni ed offre ai ragazzi selezionati, oltre a premi in denaro, percorsi di formazione sullo sviluppo dei loro progetti con tutor professionisti di livello nazionale e internazionale. Per le informazioni sui workshop che Mattador offre ai premiati si possono consultare i siti Borsa di Formazione MattadorCORTO86DOLLY "Illustrare il cinema".

Chi volesse partecipare al concorso deve affrettarsi, la data di scadenza per la consegna dei lavori è infatti fissata per il 15 aprile 2020. Il regolameno è disponibile su https://www.premiomattador.it/regolamento-premio-mattador-2020/ 

Chi è Matteo Caenazzo
Matteo nasce a Trieste il 17 luglio 1986. La passione per il disegno lo porta al diploma in decorazione pittorica al Liceo artistico Nordio della sua città. Dopo la scuola decide di continuare il suo percorso artistico a Venezia dove frequenta il corso di Tecniche artistiche e dello spettacolo alla Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Ca’ Foscari. Ma il disegno non è la sua sola espressione e diventa giornalista pubblicista collaborando con la rivista NTWK sulle pagine dedicate agli eventi artistici e musicali. Allo studio alterna il lavoro al Teatro Miela di Trieste e al Teatro La Fenice di Venezia. Le sue opere pittoriche riscuotono interesse e la libreria triestina In Der Tat ospita la sua mostra Le Facce dell’Ignoranza. Nel frattempo realizza e interpreta il video A Perfect Day e il video di regia teatrale Evocazioni notturne. Goldoni e il viaggio, Smanie di viaggio. 1707-2007  rappresentato dove un tempo sorgeva il Teatro San Moisè di Venezia. Il suo talento, espresso attraverso la pittura, la fotografia, il video e la scrittura, lo porta ad ideare racconti, dialoghi, soggetti per film. La sceneggiatura emerge così come suo obiettivo futuro.
Il 28 giugno 2009, mentre sta per cogliere i frutti del suo studio e del suo lavoro, la storia di Matteo viene fermata dalla leucemia. Il 17 luglio dello stesso anno, data del suo ventitreesimo compleanno e in cui avrebbe discusso la sua Tesi di Laurea sul Cinema, il Rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia gli conferisce la Laurea d’Onore in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo.
Nel 2011 la sua tesi I set cinematografici nell’esempio della Friuli Venezia Giulia Film Commission con la Prima formulazione di una mappatura interattiva dei set è diventata un libro pubblicato da EUT Edizioni Università di Trieste.

Tags

Condividi questo articolo