Seguici    
Accedi
 

I vincitori del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica Giancarlo Dosi 2018

 I vincitori del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica Giancarlo Dosi 2018

 

Il 13 dicembre, nella sede romana del CNR, è stato decretato il super vincitore dell'edizione 2018 del Premio dedicato alla memoria di Giancarlo Dosi. Si tratta del saggio di Leonardo G. Luccone Questione di virgole. Punteggiare rapido e accorto (Laterza), che illustra gli usi corretti ed errati dei segni di punteggiatura. 

Nelle cinque specifiche aree scientifiche della sezione “libri” questi invece i vincitori:
 

Sezione A – Scienze matematiche, fisiche e naturali – Piero Martin e Alessandra Viola, Trash. Tutto quello che dovreste sapere sui rifiuti, Codice Edizioni, 2017

Sezione B – Scienze della vita e della salute – Pierluigi Lopalco, Informati e vaccinati. Cosa sono, come funzionano e quanto sono sicuri i vaccini, Carocci, 2018

Sezione C – Scienze dell’Ingegneria e dell’Architettura – Armando Martin, Industria 4.0, sfide e opportunità per il Made in Italy, Editoriale Delfino, 2018

Sezione D – Scienze dell’uomo, storiche e letterarie – Leonardo Luccone, Questione di virgole. Punteggiare rapido e accorto, Laterza, 2018

Sezione E – Scienze giuridiche, economiche e sociali – Roberto Defez, Scoperta. Come la ricerca scientifica può aiutare a cambiare l’Italia, Codice Edizioni, 2018

Nella sezione “articoli” in testa alla terna è arrivato Franco Bagnoli con Un esempio di teoria dei giochi: i venditori di gelato (Sapere, 2018), incentrato sulla matematica della probabilità, mentre nella neo-costituita sezione “video” si è aggiudicato il podio Assunta Croce con Il cancro è una malattia del DNA (2017), un racconto per immagini su come insorgono le mutazioni nel nostro DNA, quali effetti hanno e che cosa succede quando i meccanismi preposti al controllo dell’informazione genetica non funzionano correttamente.

La cerimonia finale del 13 dicembre scorso, è stata presenta da Guido Barlozzetti. Sono intervenuti: Massimo Inguscio, presidente del CNR; Giorgio De Rita, Segretario generale del Censis, presidente del Comitato Scientifico del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica; Sesto Viticoli, vice presidente dell'AIRI (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale); Maria Amata Garito, rettore dell'Università Telematica Internazionale Uninettuno; Eugenio Tangerini, Responsabile Ufficio Relazioni Esterne e Attività di Responsabilità Sociale di Impresa di BPER Banca; Ilaria Capua, virologa e politica italiana, autrice del libro "Io, trafficante di virus" (Rizzoli, 2017). Quest'ultima, che ha il merito di avere per prima caratterizzato il ceppo africano H5N1 dell’influenza aviaria, nel corso della serata ha ricevuto il riconoscimento "Giancarlo Dosi per la Divulgazione Scientifica".

Contribuire a rafforzare il settore del libro e della lettura in Italia, in particolare per quanto riguarda la saggistica rivolta alla divulgazione scientifica; affermare la centralità dell’informazione sui traguardi raggiunti dalla ricerca; favorire nei giovani l’interesse per la scienza e partecipare allo sforzo di creare un sapere diffuso su tutto ciò che è innovazione e progresso. Con questi obiettivi nasce, grazie all’Associazione Italiana del Libro, il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica – Giancarlo Dosi, aperto alla partecipazione di ricercatori, docenti di ogni ordine e grado, giornalisti, studiosi e autori italiani o stranieri con libri, articoli e video di divulgazione scientifica pubblicati per la prima volta in lingua italiana nel 2017 o nel 2018 (sono ammesse anche le opere auto pubblicate o pubblicate soltanto in formato elettronico o digitale, come recita il Bando ).
I premi in palio, assegnati da un prestigioso Comitato scientifico, sono: due per la Sezione Libri (1° classificato in assoluto e 1° classificato in ciascuna delle 5 aree scientifiche), uno per la Sezione Articoli e uno per la Sezione Video (1° classificato in assoluto). Altri due riconoscimenti al 1° classificato in assoluto nella Sezione Libri tra gli autori under 35 anni di età e al 1° classificato in assoluto nella Sezione Articoli tra gli autori under 35 anni di età.
Da quest’anno c’è un’importante novità: i vincitori avranno la possibilità di registrare a titolo gratuito una o più presentazione del loro libro, che saranno inserite nella programmazione e messe in onda sulla WEB TV di UNINETTUNO e sul canale satellitare di UNINETTUNOUNIVERSITY.TV, visibile in chiaro sul canale 812 di SKY e sul canale 701 della piattaforma Tivusat e sugli spazi radiotelevisivi ad essa destinati.
Il primo novembre la giuria ha selezionato 70 opere, su un totale di 705. Gli elenchi dei 50 libri (10 per ogni area scientifica) e dei 20 autori (10 per la sezione Articoli e altrettanti per la sezione Video) che passeranno al giudizio del Comitato Scientifico sono consultabili sul sito del Premio.
Per maggiori informazioni su scadenze e modalità di partecipazione all'edizione 2019: www.premiodivulgazionescientifica.it

Tags

Condividi questo articolo