Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

PRESSIONE ATMOSFERICA: GENESI STORICA

La serie Fisica e senso comune, a cura del Dipartimento Scuola Educazione, muove da un approccio empirico al fenomeno in esame per arrivare, con metodo scientifico, alla formulazione della legge che lo governa.
L’unità audiovisiva mostra la realizzazione di alcuni esperimenti atti a dimostrare le proprietà fisiche della pressione atmosferica e ricostruisce le diverse teorie scientifiche, spesso curiose, che si sono avvicendate nella storia della ricerca scientifica per spiegare fenomeni fisici comuni da essa creati.
Già Aristotele (IV sec. a.c.) aveva tentato di comprendere le ragioni per cui l’acqua, trasportata in un contenitore forato nella parte inferiore, non esce se l’imboccatura dello stesso è otturato nella parte superiore. Secondo la sua teoria dell’ “horror vacui”, che di fatto negava l’esistenza del vuoto, la mancata fuoriuscita era causata dall’orrore della natura per il vuoto, che la materia tende a coprire sempre. Questa interpretazione, pur non convincendo, rimase a lungo inconfutata. Solo Evangelista Torricelli, discepolo di Galileo Galilei, che già aveva fatto numerose ricerche sull’argomento, riuscì, nel XVII secolo, a dimostrare, con il celebre esperimento dell’argento vivo, illustrato nell’audiovisivo, che la natura non ha affatto orrore del vuoto e che l’aria ha un peso.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo