Seguici    
Accedi
 

Regimi totalitari di destra e di sinistra.

Nel filmato, tratto dall’Enciclopedia multimediale delle scienze filosofiche, Domenico Lo Surdo, professore di Filosofia della Storia all’Università di Urbino, nel corso di un’intervista, stabilisce una connessione necessaria tra la storia del totalitarismo e la storia del concetto universale di uomo.
L’istanza totalitaria, di cui è intriso il colonialismo europeo, è spiegabile solo partendo dal mancato riconoscimento della piena umanità dei popoli colonizzati. Solo una concezione parziale dell’uomo ha reso possibili, secondo il docente, i genocidi di cui l’Europa si è resa colpevole, soprattutto a partire dalla scoperta dell’America.
Da qui discenderebbe l’impossibilità di assimilare, come spesso si tende a fare, comunismo e nazismo. Il movimento democratico socialista ha dato un notevole contributo alla formazione di quel concetto universale di uomo che tanto faticosamente si è costruito.
Nel comunismo vi è una carica universalistica rinvenibile già nella Rivoluzione d’Ottobre, che ha avuto l’ambizione, opposta a quella del nazismo, di abolire l’universo concentrazionario delle colonie. Per designare il ruolo funesto che tuttavia l’eredità anarchica del marxismo ha avuto, al di là delle sue istanze originarie, è preferibile usare le categorie di cesarismo o bonapartismo, più idonee a cogliere la complessità del processo storico.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo