Seguici    
Accedi
 

REMO SALVADORI SI RACCONTA

Nelle dieci sale che il centro di arte contemporanea di Prato gli dedica, Remo Salvadori ricostruisce l’universo complesso delle sue opere e, invitandoci a percorrerlo, dice: “Il mio è un cammino in direzione di un desiderio di consapevolezza, quasi fosse ‘l’ascensione al monte ventoso’ di Petrarca, dove il percorso compiuto è anche un’introspezione”.
Salvadori, nato nel 1947 nei pressi di Firenze e formatosi tra il capoluogo toscano e Milano, appartiene alla generazione di artisti successiva a quella dell’arte povera e dell’arte concettuale, e sperimenta un nuovo modo di formulazione dell’opera, che nasce da un’ intensa osservazione di ciò che lo circonda. Da questa particolare disposizione al lavoro nascono, più che singoli oggetti, cicli di opere, distribuiti nelle varie sale dell’esposizione.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo