Seguici    
Accedi
 

SAN ROSSORE 1938 a Più libri, più liberi 2018

 SAN ROSSORE 1938 a Più libri, più liberi 2018

 

Quest’anno la rassegna dedicata alla piccola e media editoria, “Più libri, più liberi” (Roma, 5-9 dicembre), si arricchisce di un contributo collegato alle iniziative pensate per onorare la memoria di quegli italiani che, a seguito della firma da parte del re d’Italia Vittorio Emanuele III, del primo provvedimento in difesa della razza, il 5 settembre 1938 nella tenuta toscana di San Rossore, hanno subito persecuzione, deportazione e morte.

Cosa successe nel nostro Paese, 80 anni fa, a seguito di quel fatidico evento? Quali furono i fatti storici e i retroscena politici che portarono Mussolini ad istituire un ufficio per la propaganda razzista, ad ordinare, nei primi mesi del ’38, l’identificazione e il censimento di tutti i cognomi ebraici presenti nelle amministrazioni pubbliche, nelle scuole, nelle università, nella stampa per poi bandirli e allontanarli dando il via ad una tragica escalation?

Di questo discuteranno, il 9 dicembre alle 13.30, nella Sala Elettra della “Nuvola” all’Eur, nell’incontro dal titolo “SanRossore 1938. 80° delle Leggi Razziali”, il giornalista Bruno Manfellotto, coordinatore del dibattito, con i professori Michele Battini (Università di Pisa), Michele Emdin (Scuola Superiore S. Anna di Pisa), David Meghnagi (Assessore alla cultura dell’UCEI) e Giuseppe Sardu (Presidente Acque S.p.A.).

L’occasione sarà la presentazione di cinque pubblicazioni, curate da Pisa University Press, la casa editrice dell’Università di Pisa, che rappresentano importanti contributi alla divulgazione e alla trasmissione della memoria in ambiti extra accademici, rivolti alle nuove generazioni: “Fuori da scuola”. Storie e documentazioni di studenti e docenti ebrei espulsi dalle scuole e dall’Università; “Campioni di altruismo”. Biografie dei Giusti tra le Nazioni in Toscana. Persone non ebree che hanno salvato vite di ebrei; “Una giornata particolare”. Tutti gli interventi e le immagini tratti dalla Cerimonia del ricordo e delle scuse che si è svolta lo scorso 5 settembre; “Diario di un’infamia”. Dalla genesi della normativa razzista in Italia alle storie di persone che ne subirono le conseguenze. Schede su personalità e argomenti, tra cui il “Bagitto” e infine “Due anniversari”. L’ottantesimo dalle leggi razziali e il settantesimo dalla Costituzione ricordati in un volume che ne raccoglie documentazioni e immagini.

Il convegno si inserisce nel progetto “San Rossore 1938. 80 anni dalla firma delle Leggi Razziali in Italia”, proposto e organizzato dall’Università di Pisa, in collaborazione con Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola IMT Alti Studi Lucca, in accordo con CRUI, UCEI, Università degli Studi Firenze, Università di Siena e Università per Stranieri di Siena e grazie al sostegno e all’adesione della Regione Toscana e di istituzioni, fondazioni e imprese del territorio.

Per approfondimenti sul progetto "San Rossore 1938", guarda anche: Cerimonia delle scuse ed il programma completo e  Speciale di Rai Storia:

Info: https://plpl.it/

Tags

Condividi questo articolo