Seguici    
Accedi
 

Science & the City, la scienza (per tutti) a Trieste

 Science & the City, la scienza (per tutti) a Trieste

 

E’ tempo di scienza, a Trieste, in centro città. Torna, infatti, la manifestazione Science & the City, 4^ edizione, occasione d’incontro e di confronto tra i massimi esperti italiani e internazionali di ricerca bio-medica, che si scambieranno saperi su temi di grande attualità, tra cui la terapia genica in presenza di malattie ereditarie, i tumori, la costruzione di un cuore artificiale e le ultime scoperte sull’evoluzione della specie umana e la sua migrazione dal continente africano.

Ideata da ICGEB (Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie) e realizzata con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Trieste e la media partnership di Rai Cultura (con il programma Memex), Rai FVG e del quotidiano Il Piccolo, Science & the City si pone come obiettivo di raccontare la scienza utilizzando un linguaggio semplice e comprensibile al vasto pubblico dei non addetti ai lavori.

Nel corso di quattro incontri, pensati con la formula del talkshow televisivo, un parterre di esperti spiegherà alla platea un tema scientifico di grande attualità, per 60 minuti. Gli appuntamenti, moderati dal Direttore Generale di ICGEB Mauro Giacca, si svolgeranno al Teatro Miela, alle ore 18.00, a partire dal 3 ottobre, per tutti i mercoledì del mese. Un quinto incontro avrà luogo a Udine, martedì 23 ottobre, sempre alle 18.00, nella Sala Ajace di Palazzo d'Aronco.

Ecco il programma dettagliato:

 

Il 3 ottobre: "Genetica di Frontiera”, ovvero l'impatto delle nuove scoperte della genetica e della ricerca sulle cellule staminali sulla medicina. Relatore Francesco Cucca, direttore dell'Istituto IRGB del CNR di Sassari e Professore di Genetica Medica all'Università di Sassari. Il secondo ospite sarà Michele De Luca, Professore ordinario di Biochimica, Università di Modena e Reggio Emilia, il principale esperto a livello internazionale di cellule staminali della pelle e della cornea dell'occhio.

 

Il 10 ottobre: “Cuori in provetta”. Le malattie vascolari sono la causa accertata della morte di un terzo dell’umanità. Partendo da questo dato, Mark Mercola, professore all'Università di Stanford in California, parlerà di rigenerazione cardiaca dopo l'infarto mentre Aldo Ferrari, professore al Politecnico di Zurigo, illustrerà un grande progetto svizzero, finalizzato alla costruzione di un cuore completamente artificiale che potrebbe diventare un’alternativa al trapianto cardiaco tradizionale.

 

Il 17 ottobre: “Da dove veniamo”. Uno dei temi più affascinanti della storia umana, quello delle migrazioni di migliaia di anni fa dall’Africa che portarono alla nascita del nostro progenitore più evoluto, l’homo sapiens. Ne parlernno Claudio Tuniz, uno dei massimi esperti di applicazione delle metodiche della fisica alla paleoantropologia, e David Caramelli, Direttore del Dipartimento di Biologia dell’Università di Firenze ed esperto di antropologia molecolare.

 

Il 24 ottobre: “Geni come farmaci”. Il tema è quello della terapia genetica, ovvero l’applicazione delle tecniche di ingegneria genetica con la finalità di curare malattie ereditarie e alcune tipologia di tumori. Ospiti dell’incontro, Alberto Auricchio, dell’Istituto Telethon di Genetica e Medicina (TIGEM) e Anna Cereseto, docente di Biologia Molecolare al Centro di Biologia Integrata (CIBIO) dell’Università di Trento.

 

Per il quinto incontro, Science&theCity si sposta a Udine, il 23 ottobre, a Palazzo d’Aronco dove si discuterà del delicato tema della manipolazione genetica, comprese le implicazioni etiche. Gli esperti interpellati sono Michele Morgante, Professore Ordinario di Genetica all’Università di Udine e Direttore Scientifico dell’Istituto di Genomica Applicata di Udine, Serena Zacchigna, Professore di Biologia Molecolare, Università di Trieste e coordinatore delle attività sugli animali geneticamente modificati presso l'ICGEB e Anna Cereseto, dell'Università di Trento.

L’ingresso per assistere ai cinque incontri è libero fino a d esaurimento dei posti.

 

Tags

Condividi questo articolo