Seguici    
Accedi
 

Scuola: Italia secondo Paese in Europa nella community eTwinning

 Scuola: Italia secondo Paese in Europa nella community eTwinning

Nel primo semestre di quest’anno sono 5mila i nuovi insegnanti iscritti alla piattaforma elettronica eTwinning che dal 2005 mette in contatto docenti e classi per fare didattica in modi innovativi, sfruttando le nuove tecnologie, mentre i progetti presentati sono aumentati del 45 per cento rispetto al 2016 .
Nei dati diffusi dall’Unità nazionale eTwinning INDIRE, il nostro Paese è il secondo in Europa dopo la Turchia: le scuole italiane sono fra le più attive e numerose in termini di partecipazione, progetti e risultati.

Il Direttore di INDIRE, Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa, Flaminio Galli, dichiara: “I risultati in crescita del primo semestre 2017 parlano chiaro: la scuola italiana crede sempre di più negli strumenti offerti dalla piattaforma per una didattica innovativa, dove insegnanti e alunni possono connettersi, collaborare e condividere all’interno della più grande comunità europea dedicata all’apprendimento online. In questo senso i gemellaggi eTwinning offrono una palestra dove applicare in modo concreto le priorità previste dal Piano Nazionale per la Scuola Digitale del Miur. Indire intende diffondere i vantaggi di insegnare con eTwinning anche nell’ambito di Fiera Didacta Italia, la più importante manifestazione italiana dedicata al mondo della scuola, in programma a Firenze il prossimo settembre”.

Nel primo semestre 2017 si registra un incremento costante dei docenti italiani presenti sulla piattaforma, che con circa 5.000 nuove registrazioni arrivano a un totale di 53.000 (circa l’11% dei 480mila iscritti in tutta Europa – vedi infografica). In media sono 3 gli insegnanti iscritti alla piattaforma in ciascun istituto. In crescita anche il numero di nuovi progetti attivati: da gennaio a giugno 1.133 in più, per un totale di 17.150 progetti dal 2005, +45% rispetto al 2016 e una media di circa 7 nuovi progetti avviati al giorno. Il numero degli istituti scolastici è cresciuto di pari passo, con 940 nuove scuole coinvolte nei primi 6 mesi dell’anno, che sommati alle scuole già registrate sfiorano la quota di 14.000 istituti eTwinning. In questo modo la percentuale di scuole italiane con insegnanti iscritti alla community sfiora il 29% (sul totale delle scuole presenti in Italia). Quanto agli istituti scolastici coinvolti a livello regionale, nel primo semestre 2017 la regione con il numero più alto di istituti registrati alla piattaforma è stata la Puglia. A livello assoluto invece si registrano picchi di attività proporzionali nelle regioni più popolose, come Lombardia, prima regione come partecipazione con 1.600 scuole registrate, seguita da Campania (1.337), Sicilia (1.288) Lazio (1.193) e Puglia (1.159). Gli insegnanti italiani che si sono iscritti nel primo semestre collaborano in primis con docenti della Turchia, ma anche di Spagna, Polonia, Romania e Francia. In un caso su tre le Lingue Straniere sono la materia più scelta da insegnanti e alunni per i progetti, una tendenza relativamente naturale nelle attività di gemellaggio fra Paesi diversi. Le discipline oggetto dei progetti sono comunque molto varie: salute, sport, ambiente, cultura, arte, musica, teatro, ecc.

 

Tags

Condividi questo articolo