Seguici    
Accedi
 

Scuola: Spazio Aperto alla Cultura, l`iniziativa del MiBACT, che ha stanziato 3 milioni di euro

 Scuola: Spazio Aperto alla Cultura, l`iniziativa del MiBACT, che ha stanziato 3 milioni di euro

 La Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MiBACT, diretta da Federica Galloni, con il programma nazionale “Scuola: Spazio Aperto alla Cultura”, ha finanziato con 3 milioni di euro i progetti di 31 scuole distribuite in 17 regioni italiane. L’iniziativa, partita a dicembre 2016 con un bando pubblico, ha lo scopo di riqualificare gli spazi delle scuole e di ampliare l’offerta culturale, attraverso attività e iniziative rivolte a tutti i cittadini.


“L’idea alla base del progetto è rendere le scuole poli di interesse permanente per gli studenti e offrire un’attività formativa trasversale” è il commento di Federica Galloni, Direttore Generale DGAAP, che prosegue “abbiamo pertanto sostenuto un programma di iniziative da svolgersi in orari extrascolastici capaci di coinvolgere, oltre agli studenti, tutti gli attori del territorio: famiglie, associazioni e insegnanti”.

Le scuole che hanno partecipato sono di ogni ordine e grado, da quella primaria agli istituti di istruzione superiore, licei e istituti tecnici; ciascuna ha potuto beneficiare di un contributo fino a 100 mila euro e oltre la metà delle proposte proviene dal Meridione e dalle Isole.

Da un lato, i progetti riguardano il recupero e la riqualificazione di spazi dismessi o inutilizzati nelle scuole; dall’altro hanno lo scopo di sviluppare iniziative culturali per tutta la cittadinanza come strumento per la valorizzazione dei luoghi pubblici e per la creazione di momenti di aggregazione e di formazione. Tra le diverse iniziative, spiccano quelle che coinvolgono la creatività contemporanea: ad esempio attraverso l’enogastronomia, come avviene all’Istituto Polispecialistico San Paolo di Sorrento o ad Ascoli Piceno, all’Istituto di Istruzione Superiore “Celsio Ulpiani”, dove è stato restaurato il “Museo del vino e della civiltà rurale” annesso alla scuola. Sperimentazioni di danza e teatro, con la riqualificazione degli spazi per adeguarli alle attività in programma, sono in atto a Palermo all’Istituto comprensivo ad indirizzo musicale “Rita Atria” o a Sassari all’Istituto Comprensivo “San Donato”, con l’organizzazione di una rassegna cinematografica, attività per la produzione e post-produzione dei video e realizzazione di un lungometraggio popolare pensato per dar voce agli abitanti del quartiere. Il Liceo Classico Statale “Paolo Sarpi” di Bergamo e l’Istituto Comprensivo di Gorizia stanno invece attuando interventi di riqualificazione museale dei complessi scolastici per destinarli ad attività scientifiche.

Tutti i progetti vincitori e le iniziative delle scuole sono consultabili online al link  http://www.aap.beniculturali.it/scuola_spazio_aperto_alla_cultura.html
 
 
Elenco delle scuole e progetti partecipanti all’iniziativa:

Nord  
Mondovì (CN), Liceo Vasco - Beccaria – Govone, “Apriti Liceo”
Gorizia, I.C. Gorizia 1, “Archivio Storico delle Scuole di Gorizia”
Bergamo, Liceo Classico Statale Paolo Sarpi, “Sarpi, Spazio Di Cultura: Conoscenza, Conservazione e Valorizzazione”
Parma, Convitto Nazionale Maria Luigia, “Arte cultura in Cappella”
Adria (RO), I.I.S. Liceo Bocchi-Galilei, “Villa Adria: la scuola si apre al territorio con iniziative artistico-culturali”


Centro
Lucca, Polo Fermi Giorgi, “Vivere l'arte in tutti i sensi: percorsi ‘aumentati’ e ‘accessibili’ nel Museo di storia naturale e dintorni”
Roma, I.C. Via Ferraironi - Plesso Scuola primaria Carlo Pisacane, “PLAN. Progettiamo luoghi, costruiamo comunità”
Roma, I.C. Regina Margherita, “Remo…dall'altra parte del Tevere, guardando il Palatino”
Roma, I.C. Via Dal Verme, “Sound Visual Landscapes: voci, suoni e immagini di un territorio attraverso i suoi abitanti”
Roma, I.T.I. Galilei, “Eppur si muove: spazi aperti all'architettura delle scuole”
Roma, Liceo Ginnasio Statale Ennio Quirino Visconti, “Il legame con la Storia libera l'immaginazione - Genesi di un'opera d'arte come qualificazione del territorio”
Sezze (LT), I.S.I.S.S. Pacifici e De Magistris, “In chiostro: arte ed enogastronomia nel Convento”
Terni, I. I. S. Classico Artistico di Terni, “YouTopia ritorno al futuro - scuola aperta per una cultura aperta”
Isernia, I.S.I.S. Majorana-Fascitelli, “La grande storia di Isernia: dalla preistoria alla globalizzazione”
Chieti, Convitto nazionale G. B. Vico, “Circumnavigando l'@rte: il Salotto delle idee”
Ascoli Piceno, I.I.S. Celso Ulpiani, “Passato e presente tra cultura e colture”


Sud e Isole
Catanzaro, I.I.S. Giovanna De Nobili, “Denob'art”
Matera, I.I.S. E. Duni - C. Levi, “Scuola spazio aperto alla Cultura, pensare e abitare i luoghi”
Napoli, I.S.I.S. Alfonso Casanova, “spaziocinem@napoli”
Napoli, I.C. 41 Console – Napoli, “Schooltur-art”
Ottaviano (NA), I.C. D'Aosta, “M.Arte”
Sorrento (NA), Istituto Statale Polispecialistico San Paolo, “Assaggiarte, Arte contemporanea intorno al cibo”
Trani (Barletta Andria Trani), Liceo Classico Linguistico e S.U. F. De Sanctis, “Eppur si muove!”
Foggia, I.C. Santa Chiara - Pascoli – Altamura, “Lavori In-Chiostro”
Bari, Liceo Ginnasio Statale Flacco, “Open Flacco”
Lecce, 1° Circolo Didattico Cesare Battisti di Lecce, “Creative L@b”
Palermo, Convitto nazionale Giovanni Falcone , “Convitto Artlab”
Palermo, I.C. Amari Roncalli Ferrara, “Magione WE”
Palermo, I.C. Rita Atria, “Mettersi in ballo”
Trapani, I.S. Liceo scientifico Vincenzo Fardella - Liceo classico Leonardo Ximenes, “Spazio 13/Atelier” - “Multi-Lab/Osservatorio Di Pace”
Sassari, I.C. San Donato, “Brutti, sporchi e cattivi?”

Tags

Condividi questo articolo