Seguici    
Accedi
 

Sicilia cuore del Mediterraneo

La conformazione geografica del Mediterraneo ha favorito, nel corso dei secoli, contatti e scambi tra popolazioni differenti. E la storia di questi scambi ha lasciato tracce importanti in campo archeologico, artistico e paesaggistico in molte località, tra cui Agrigento. Luciano Onder ne parla in studio con i suoi ospiti.

Per “Magazine”, intervista il dott. Mauro Vignolini, responsabile del Progetto Solare Termodinamico dell’ENEA, su un impianto misto, alimentato da un combustibile fossile e dall’energia solare, progettato, per la prima volta nel mondo, dall’ENEA. Inoltre, Luigi Bignami, giornalista de “La Repubblica”, parlerà di una nave oceanografica giapponese, salpata a gennaio scorso da Tokio, che sta analizzando gli strati più profondi della terra con un sistema di perforazione idraulica. Questa “missione” fa parte del progetto del “Programma Integrato di Perforazione” a cui partecipa anche l'Italia.
Per “Patrimoni artistici”, “Un esercito di terracotta”. Nel 1974 a Xian in Cina durante dei lavori di scavo condotti da contadini del luogo, venne scoperto il mondo sotterraneo dell’imperatore Ch’in Shih Huang. Un esercito in terracotta formato da ben seimila guerrieri alti all’incirca un metro e ottanta centimetri, costituiva parte del corredo funerario dell’imperatore. Nella stessa regione, altre tombe ed altri soldati in terracotta stanno venendo alla luce.
Per “Il nostro pianeta”, “Monsoni”. I monsoni sono venti periodici provocati da uno squilibrio termico tra l'atmosfera che sovrasta il mare e quella che sovrasta la terra e dal conseguente squilibrio barico che da esso deriva. Il fenomeno ha carattere stagionale e interessa sostanzialmente la parte settentrionale dell'Oceano Indiano e il Mare della Cina.
Per “Nuove tecnologie”, “Laser quantico”. Federico Papasso, scienziato di fama mondiale, racconta dal suo laboratorio negli Stati Uniti la sua ultima rivoluzionaria invenzione: il laser a cascata quantica.
Per la rubrica “Archeologia”, “I faroni neri”, un viaggio emozionante nelle terre a sud della Valle del Nilo. Qui scopriremo la magica necropoli di Meroe, con le sue leggende e le sue piramidi eccezionali, diverse nell’architettura da quelle egizie, ma simili nella loro simbologia faraonica. Il viaggio prosegue verso le tombe dei principi dell’Isola di Sai dove, sotto il più recente Forte Ottomano, si cela un’imponente sede faraonica risalente a 3.500 anni fa.
La “Pillola” di Explora Web di questa settimana è dedicata alla “Meteorologia”.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo