Seguici    
Accedi
 

STATO SOVIETICO E PERSECUZIONE RELIGIOSA. LA RUSSIA DOPO LA RIVOLUZIONE

Questa unità audiovisiva presenta documenti storici che riguardano la guerra ingaggiata dal regime comunista contro la Chiesa.
Il reportage, curato da Arrigo Levi, è particolarmente ricco di immagini che testimoniano il processo di repressione, passato anche attraverso la distruzione materiale delle chiese.
Le testimonianze della spoliazione sono numerose, dal momento che il regime comunista le produceva e le utilizzava come propaganda.
Il 23 febbraio del 1923, i beni della Chiesa furono ufficialmente sottoposti a confisca, il regime ne ricavò 19 milioni di rubli, adducendo fini umanitari e proponendo slogan come “ogni gemma, salva un bambino”. Era evidente, invece, che gran parte di questi tesori servivano al partito e spesso ne ornavano gli stemmi.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo