Seguici    
Accedi
 

TEATRO IN LOMBARDIA: DALL`INIZIO DEL NOVECENTO ALLA II GUERRA MONDIALE

L`attore Paolo Bessegato racconta le tappe della storia del teatro in Lombardia fino alla Seconda guerra mondiale. L`unità comincia con uno spezzone dei "Sei personaggi in cerca d`autore". Nel 1921, con questa commedia di Pirandello, inizia una nuova era: il teatro comincia a riflettere su se stesso. Una breve stagione dura il "teatro del grottesco"; una stagione più lunga la "commedia borghese". Trionfano grandi attori come Ruggero Ruggeri, Memo Benassi (che vediamo in un brano dell`"Enrico IV" di Pirandello); Dina Galli, interprete di "Felicita Colombo", è la più amata a Milano. Negli anni tra le due guerre trionfano a Milano anche interpreti del teatro in dialetto, che l`unità mostra: il siciliano Angelo Nusco, il genovese Gilberto Govi; da Napoli Eduardo, Peppino e Titina De Filippo. Alla Scala domina Toscanini, che la trasforma in ente autonomo. Grande successo hanno la rivista e l`avanspettacolo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo