Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

TEDxYouthBologna: la finale il 17 febbraio 2018

 TEDxYouthBologna: la finale il 17 febbraio 2018

E’ partita la seconda edizione del concorso nazionale TEDxYouthBologna, promosso dalla Direzione dello studente del Ministero dell’Istruzione, dedicato interamente agli studenti delle scuole superiori italiane. Il Concorso è frutto del primo accordo al mondo fra TED e un Ministero dell'Istruzione. Lo scopo è valorizzare  le idee di valore e il talento dei giovani italiani. "TED aiuta  a recuperare nelle scuole l'antica arte dell'argomentazione  di cui la civiltà classica è maestra”, dichiara Elena Ugolini, co fondatrice del progetto e dirigente scolastico del Liceo Malpighi di Bologna.

Il tema dell’evento,  che avrà il  suo epilogo  a Bologna, sabato 17 Febbraio 2018,  è: “Il nostro orizzonte è il mondo”, una sfida che TEDxYouth@Bologna lancia ai giovani, per stimolarli ad andare oltre il conosciuto e superare i limiti imposti dalla quotidianità, per immaginare un futuro nuovo. "La formazione sull'argomentazione può arricchire i curricoli delle scuole di una competenza fondamentale per il successo accademico e professionale dei nostri studenti”, afferma Patrizia Calanchini Monti, Dirigente Scolastica della Scuola Augusto Righi di Bologna, capofila del progetto.

Il progetto in poco tempo, ha raccolto grande entusiasmo, tanto che quest’anno è sbarcato anche in America, grazie a Valentino Magliaro, primo TEDxYouth@Bologna Champion, che ha preso parte, su invito dell’ex presidente U.S.A, Barack Obama, al Summit dei Civil Leader: un grande brainstorming tra persone destinate a migliorare il mondo. Valentino sta portando al Summit le tematiche sul mondo della scuola e in particolare chiede a tutti una riflessione su quello che sarà "the future of education". In questa occasione ha dichiarato: “ è incredibile come incontrare persone da 60 nazioni diverse, persone uniche, di valore immenso, possa darti un'accelerazione alla crescita personale. Torno in Italia con molta più consapevolezza del lavoro che sto svolgendo sul tema Scuola, e con la possibilità di avviare delle relazioni internazionali importanti”

Le categorie del concorso 2017
Queste le quattro categorie in concorso per la nuova edizione:
        Il Mondo Umanistico (Arte - Musica - Letteratura - Pensiero Critico - Attualità e Politica),
        Il Mondo Scientifico (Matematica – Fisica – Scienze – Astronomia - Biologia Chimica),
        Il Mondo Tecnologico (Making - Robotica - Design - Sostenibilità - App - Architettura),
        Il Mondo “X” (Idee imprenditoriali - Start-up - Sport - X/categoria libera ).


Gli studenti per partecipare, hanno inviato un video di massimo 3 minuti, attraverso il portale www.tedxyouthbologna.com, in cui hanno raccontato la propria idea di valore sul tema proposto. I vincitori della preselezione avranno l’opportunità di esporre i propri talk, dal vivo, di fronte a una giuria di esperti che selezioneranno gli 11 relatori che saliranno sul palco dell’Opificio Golinelli, Sabato 17 Febbraio 2018. I vincitori entreranno a far parte della comunità TED e avranno l’occasione di vedere diffuse le proprie idee di valore attraverso i canali TED e TEDx. Un’opportunità questa, che ha dato molta visibilità agli speaker della prima edizione, aiutandoli a realizzare i propri progetti.

Il concorso  è anche formazione
L’edizione 2017-2018  è stata finanziata con un bando del Ministero dell’Istruzione e prevede una parte di formazione sull’arte dell’argomentazione e del Public Speaking dedicata alle scuole. 
Le scuole italiane possono aderire al concorso con tre iniziative:
1) Aprire  dei TED-Ed Club: i docenti interessati avranno a disposizione un percorso formativo di 13 video lezioni gratuite e la possibilità di diventare docenti/referenti TEDxYouth all’interno della propria scuola e nel territorio.
2) Usufruire  di un  corso avanzato  di public speaking, sviluppato da Andrea Pauri, Curatore dell’evento, Laura Credidio TEDxReggioEmilia e Gabriela Alvarez TED-Ed Club Torino. I corsi sono disponibili solo a chi ha partecipato ad un TED-Ed Club e saranno guidati dai formatori degli speaker dei TEDx locali.
3) Seguire  il corso di formazione sull’argomentazione e il public speaking  “DIRLO BENE, DIRLO GIUSTO” tenuto da Adelino Cattani, Docente di Teoria dell'argomentazione presso l'Università degli Studi di Padova, disponibile gratuitamente on line. 

I sostenitori
Il concorso finanziato da un bando del MIUR e vinto dalla Scuola Capofila Liceo Righi di Bologna in collaborazione con il Liceo Malpighi, Tokalon, Romanae Disputationes, TEDxBologna, Scuola di Botta e Risposta vede, inoltre, prestigiosi partner, come: Oracle, Fondazione Tronchetti Provera, la piattaforma Quora, il marchio HannSpree,  e la Marina Militare Italiana.

L’edizione 2016
Il concorso  è stato già accolto  lo scorso anno  con grande entusiasmo, registrando più di 400 video candidature di studenti provenienti da tutta Italia. Per i vincitori, l’evento è stata un’esperienza unica che “cambia la vita”, come ha raccontato Cesare de Cal, uno dei giovani speaker per la categoria informatica, che ad oggi ha già preso parte a diverse competizioni internazionali di programmazione e il cui TEDx-Talk è stato visualizzato migliaia di volte in tutto il mondo.  
“La sfida di quest’anno - racconta il co-curatore del concorso/evento- Prof. Marco Ferrari - attende navigatori appassionati e coraggiosi”. 


I  ragazzi dopo il TEDxYouthBologna 
A confermare la grande opportunità che rappresenta TEDxYouthBologna  per poter condividere e realizzare i propri progetti, ci sono anche gli speaker della prima edizione. Giovani come Alessandra Montesano, vincitrice nella categoria Sport e campionessa di canottaggio, che ricorda come TEDxYouthBologna le abbia permesso di dare voce alla sua storia, fatta di sacrifici ed impegno, ma anche passione e dedizione. Oggi Alessandra è in partenza per gli USA, con una borsa di studio per il canottaggio, ma ricorda gli amici incontrati sul cammino, i suoi “colleghi” vincitori del concorso, con cui ha instaurato un bellissimo rapporto, principalmente perché: “uniti dalle nostre idee di valore, ma soprattutto dalla volontà di trasmetterle al mondo”. 

Giorgio Mannarini, che, non ancora diciottenne, ha realizzato un impianto domotico per la casa,  vincendo così la categoria Informatica, ha spiegato come l'esperienza del TEDxYouthBologna l’abbia: “non solo stimolato intellettualmente nel continuare a mettermi in gioco, ma mi ha fatto anche comprendere che in Italia c’è qualcuno che le cose prova a cambiarle per davvero”. Grazie a TEDxYouthBologna, Giorgio, ha partecipato a numerosi eventi collaterali, vincendo l’Hackathon, e partecipando con un intervento al Microsoft Edu Day 2017. 

Cesare De Cal, dice: “ TEDxYouthBologna è stato un palcoscenico formidabile”, il suo talk, Menzione d’onore nella categoria Informatica dal titolo “Come uscire dalla tua comfort zone”, è stato visualizzato da migliaia di persone ed è stato trampolino di lancio per diverse collaborazioni con startupper italiani, che hanno deciso di contattarlo proprio dopo aver visto il suo intervento. “Aver ricevuto la menzione d’onore al TEDxYouthBologna” racconta -“ ha aiutato anche come biglietto da visita per accedere ai più prestigiosi eventi dell’Informatica in città come Barcellona, Toronto e Zagabria”. 

Anna Trentin,  ha deciso, proprio dopo la sua partecipazione, di partire per una missione umanitaria nei territori dell’ex - Jugoslavia. Nel suo talk, vincitore della categorie “Pensiero Critico”,  che ha commosso molti degli adulti presenti, Anna ha  voluto spiegare ai “grandi” la generazione dei Millennials, ribaltandone gli stereotipi. Ma per lei, la partecipazione a  TEDxYouthBologna, è stata principalmente un percorso di crescita, spiega -“ mi ha aiutato a capire chi sono veramente, quanto forte posso essere in un momento di difficoltà e quanta determinazione c’è dentro di me”. 

Tags

Condividi questo articolo