Seguici    
Accedi
 

THOMAS HUNT MORGAN: LA TEORIA CROMOSOMICA DELL`EREDITARIETÀ. STORIA DELLA SCIENZA

Il ciclo di unità audiovisive dal titolo comune Storia della scienza, tratte dalla serie di Rai Educational Pulsar, propone il racconto, in ordine cronologico, delle radicali trasformazioni introdotte dalla scienza e dalla tecnologia nel corso del Novecento.
Un supporto didattico che, oltre a sintetizzare i concetti basilari, pone l’accento sulla dimensione storica e culturale che ha favorito il progresso scientifico.
Con l’ausilio di foto dell’epoca e di schemi relativi alla trasmissione dei caratteri ereditari nelle specie vegetali, vengono ricostruite le fasi che portano Mendel all’elaborazione delle tre leggi che portano il suo nome.
Nell’intervista il naturalista e filosofo Ernst Mayr (1904-2005) ricorda il contributo del Premio Nobel Thomas Hunt Morgan (1866-1945). Al genetista americano si attribuisce infatti la diffusione e lo studio delle leggi di Mendel.
Nella scheda filmata si dà particolare valore agli esperimenti condotti dallo scienziato sulla drosofila, il moscerino dell’aceto, che dimostrano la validità generale delle intuizioni mendeliane.
L’unità propone inoltre un’intervista a Bernardino Fantini, professore di storia della medicina all’Università di Ginevra, sul ruolo e la disposizione dei cromosomi all’interno della carta genetica.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo