Seguici    
Accedi
 

THOMAS MANN: TONIO KROEGER. LETTURE D`AUTORE

Nell’intervista proposta in questa unità, lo storico dell’arte Giulio Carlo Argan parla dell’opera di Thomas Mann (Lubecca 1875 - Kilchberg, Zurigo 1955) e in particolare di Tonio Kröger , il romanzo nel quale Mann affronta il tema, tipico della sua poetica, dell`attrazione reciproca tra realtà antitetiche: il “mondo dei fatti”, proprio della borghesia industriale, e il mondo del pensiero e della parola, il mondo dell’arte
. Il giovane e sensibile Tonio è amico di Hans, proveniente da una famiglia tipicamente borghese, il quale ha nei suoi confronti un atteggiamento protettivo dettato dalla consapevolezza di essere più concreto e realista. Tonio è attratto in modo ambiguo da Hans, così diverso da lui anche nel nome tipicamente tedesco, proprio per il suo pragmatismo, così come l’arte, pur volutamente antiborghese, è attratta dalla concretezza di quel mondo. Ne I Buddenbrook è invece “il male sottile dell’arte” a determinare la decadenza della famiglia borghese.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo