Seguici    
Accedi
 

Tom Drury, Pacifico

Pacifico Tom Drury l'ha scritto nel 2013, riprendendo le vicende dei personaggi già apparsi in La fine dei vandalismi e A caccia dei sogni (tutti e tre i libri sono pubblicati da NN nella traduzione di Gianni Pannofino). In A caccia di sogni, Joan aveva lasciato marito e due figli promettendo che sarebbe tornata di lì a qualche mese; la ritroviamo sette anni dopo quando va prendersi il figlio adolescente Micah per portarlo a Los Angeles, dove fa l'attrice e vive con un altro uomo e suo figlio. Joan dovrebbe essere devastata dai sensi di colpa e invece è solo preoccupata e dispiaciuta; nel corso del libro anche il suo secondo matrimonio crolla; nel passaggio dal Midest a Hollywood il quattordicenne Micah rischia grosso. La scrittura di Drury è caratterizzata da un'incredibile capacità di aderire all'umano e alle sue debolezze. Qui il racconto abbraccia anche i destini di Tiny, l’ex marito di Joan, che rimasto solo si è dedicato a insensate rapine, quelli di Lyris che combatte il duplice abbandono subito da parte della madre con l’aiuto del fidanzato Albert, di Dan e Louise, ancora minati dalla perdita della loro bambina ma protesi verso il futuro.

Con Tom Drury, in occasione di Festivaletteratura a Mantova, abbiamo parlato dei personaggi della Trilogia (che potrebbe non chiudersi qui) e in particolare di Joan e di Micah.

Tom Drury è nato in Iowa nel 1956. Dopo aver insegnato nelle università americane, attualmente vive e insegna a Berlino. La fine dei vandalismi, il suo primo romanzo, è uscito negli Stati Uniti nel 1994.. NN Editore ha pubblicato anche gli altri due volumi della trilogia ambientata a Grouse County: A caccia nei sogni e Pacifico..

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo