Seguici    
Accedi
 

Toolbox II - Letteratura - Dalla Latinità al volgare Ep.1

Perché si può parlare di Storia della Letteratura? Sanguineti analizza le posizioni antitetiche di Croce e di Gramsci , per poi affermare che è nell’Ottocento, con Francesco De Santis, che si definisce la questione come narrazione delle istituzioni letterarie della nazione e del loro trasformarsi nel tempo. Una su tutte caratterizza quella italiana: il passaggio dalla lingua latina al volgare, a cominciare da Dante con il ‘De vulgari eloquentia’, per finire al Manzoni, che adotta il ‘fiorentino’. Tra tutti i commentatori un posto di rilievo viene dato al Bembo che istituisce dei canoni ‘esemplari’:  per la poetica – Petrarca – e per la prosa – Boccaccio.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo